Pietro e Francesca, uccisi nel sonno a 13 e 15 anni dal papà: l'uomo si è tolto la vita dopo l'omicidio

Domenica 20 Dicembre 2020
Padre uccide i figli di 15 e 13 anni a coltellate, poi si toglie la vita: choc a Padova

Pietro, 13 anni, e Francesca, 15 anni. Fratello e sorella, uccisi nel sonno dal papà, Alessandro Pontin, 49 anni. L'uomo, separato dalla moglie, ha tolto così - con un coltello - la vita ai suoi due figli, che erano ospiti da lui per qualche giorno, prima di rivolgersi l'arma contro e uccidersi. Si tratta di un omicidio suicidio, avvenuto a Trebaseleghe (Padova). Sul luogo della tragedia si trovano carabinieri di Cittadella per i rilievi del caso.  L'allarme è scattato verso le 14. L'uomo e i figli si trovavano nella loro casa, una villetta di due piani.

 

 

 

Secondo quanto riporta il Gazzettino l'uomo è di origini veneziane, di Scorzè. Avrebbe quindi ucciso i figli accoltellandoli nel sonno per poi suicidarsi allo stesso modo. La scoperta dei cadaveri in tarda mattinata è stata fatta dal fratello dell'omicida, zio dei due ragazzi, che ha poi chiamato subito i carabinieri. Inizialmente sembrava che l'uomo  avesse semplicemente sequestrato i due ragazzi - Francesca e Pietro - ma poi è arrivata la tragica scoperta.

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 21 Dicembre, 10:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA