Covid, obbligo di mascherine all'aperto: cresce il numero delle città. Ecco dove

Milano traccia la strada e molte altre città la seguono. Nei prossimi giorni scatta l'obbligo di di indossare la mascherina anche all'aperto

Giovedì 25 Novembre 2021
Covid, obbligo di mascherine all'aperto: cresce il numero delle città. Ecco dove

Con l'aumento dei contagi in tutta Italia, sono molte le città italiane che corrono ai ripari cercando di arginare il problema inserendo nuove limitazioni. Dopo la decisione di ieri del prefetto di Milano di inserire l'obbligo di mascherina all'aperto nel centro della città fino a Capodanno, altri sindaci hanno accolto la proposta.

 

Super Green Pass, solo i vaccinati e i guariti potranno entrare in bar, ristoranti e palestre

 

Leggi anche > Covid, a Milano torna l'obbligo di mascherina all'aperto: ecco dove

 

La prima «stretta» nel capoluogo lombardo dovrebbe partire, nel centro storico, già dal prossimo weekend di shopping milanese, il 27 e il 28 novembre. L'obbligo di mascherina all'aperto lungo corso Vittorio Emanuele, piazza Duomo, Galleria Vittorio Emanuele II, via Dante e Castello Sforzesco: il vero fulcro della folla, del turismo, dello struscio e dei mercatini natalizi.

 

Ma non è l'unica città ad attuare questa limitazione anti Covid-19. A Padova, ad esempio, la mascherina torna obbligatoria anche all'aperto tra le vie del centro storico. Il sindaco Sergio Giordani ha annunciato, infatti, l'arrivo di una nuova ordinanza fatta ad hoc. La misura scatterà a mezzanotte di giovedì 25 novembre fino al 31 dicembre

 

«Le festività natalizie portano con sé una grande vivacità, tante iniziative e tante presenze nelle vie e nelle piazze del centro - ha dichiarato il primo cittadino di Padova -. Non vogliamo rinunciare a un Natale libero, ma è questione di buon senso, porre dei paletti di prudenza e di sicurezza, oltretutto già assunti nell'agire quotidiano».

 

Anche il sindaco di Bologna, ha deciso di attuare la stessa strategia di prevenzione. Pochi minuti fa, infatti, Matteo Lepore ha dichiarato che anche nel capoluogo emiliano diventerà obbligatoria la mascherina all'aperto. «Dal 26 novembre 2021 al 9 gennaio 2022 nell'area del centro storico delimitata dai viali di circonvallazione» sarà obbligatorio «indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie anche in tutti i luoghi all'aperto». È quanto previsto dall'ordinanza firmata oggi, 25 novembre, dal sindaco Matteo Lepore alla luce della costante crescita della diffusione del virus che continua a destare preoccupazione e richiede interventi che consentano di rallentare il diffondersi della pandemia anche con misure straordinarie, ulteriori rispetto a quelle già previste dalle attuali norme in essere. Si è valutato inoltre che, spiega la nota del comune di Bologna, come ogni anno, a partire dai prossimi giorni e fino alla conclusione delle festività, il centro storico di Bologna vedrà un afflusso notevole di persone, in arrivo anche da fuori città, attirate dalla vivacità cittadina in questo periodo e per ragioni legate ai consueti acquisti natalizi. Le caratteristiche dei luoghi e le circostanze di fatto non consentiranno di garantire in modo continuativo il distanziamento da persone non conviventi e quindi si rende necessario, al fine di tutelare la salute delle persone, utilizzare le mascherine per ostacolare la propagazione virus.

 

Mentre a Firenze, Dario Nardella, nei giorni scorsi ha dichiarato di star valutando di reinserire l'obbligo di mascherina dal primo o secondo weekend di dicembre. «Sto valutando, insieme agli esperti, se ci siano le condizioni per firmare un'ordinanza e rendere obbligatoria la mascherina all'aperto. Anche se siamo in zona bianca. A partire dal primo o massimo dal secondo weekend di dicembre. Per arginare un aumento dei contagi che, per ora, è sotto controllo, ma che rischia di tornare su numeri allarmanti proprio sotto le festività a causa dello shopping».

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 13:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA