Covid, Friuli Venezia Giulia in zona gialla da lunedì. Gimbe: «Da 5 settimane casi in crescita in Italia»

In 18 province si registrano oltre 150 contagi su 100mila abitanti

Giovedì 25 Novembre 2021
Covid, Fondazione Gimbe: «Da 5 settimane casi in crescita, sale la pressione sugli ospedali»

Da lunedì prossimo, 29 novembre, dopo 182 giorni di zona bianca, il Friuli Venezia Giulia rientrerà nella stagione delle restrizioni e tornerà in zona gialla. Come confermano i dati di giornata, con automatico cambio di colore che verrà ufficializzato nel fine settimana dal ministero della Salute. Per la quinta settimana consecutiva aumentano a livello nazionale i nuovi casi settimanali (+27%) con una media giornaliera più che quadruplicata, se si confrontano i 2.456 contagi che si registravano il 15 ottobre con i 9.866 registrati il 23 novembre. L'allarme arriva dalla Fondazione Gimbe, che confronta la settimana che va dal 17 al 23 novembre con quella precedente.

 

Leggi anche > Super Green Pass, solo i vaccinati e i guariti potranno entrare in bar, ristoranti e palestre

 

 

L'aumento interessa, con ampie variazioni, tutte le Regioni salvo la Basilicata e trascina verso l'alto le curve sul fronte ospedaliero. I ricoveri con sintomi crescono del 15,8% (4.597 rispetto a 3.970) e le terapie intensive del 16,4% (560 rispetto a 481).

 

In 18 province si contano oltre 150 casi Covid per 100.000 abitanti: Trieste (674), Gorizia (492), Bolzano (442), Forlì-Cesena (311), Padova (274), Rimini (249), Aosta (248), Ravenna (214), Treviso (213), Venezia (213), Vicenza (200), Pordenone (186), Udine (183), Fermo (172), Ascoli Piceno (166), Belluno (162), La Spezia (162) e Imperia (160). 

 

«Quando l'incidenza supera i 150 casi per 100mila abitanti - commenta Nino Cartabellotta, presidente Gimbe - gli amministratori devono decidere eventuali restrizioni mirate per arginare la diffusione». 

 

Ultimo aggiornamento: 14:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA