Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Terremoto ad Ascoli Piceno di 4.1 avvertito nelle Marche e in Abruzzo. Sospeso tratto della linea ferroviaria Ancona-Pescara

L'epicentro in mare, al largo della costa picena nelle Marche e a 11 chilometri di profondità: il sisma che è stato avvertito anche in Abruzzo

Giovedì 9 Giugno 2022
Terremoto ad Ascoli Piceno di 4.2 avvertito nelle Marche e in Abruzzo

Terremoto di magnitudo 4.2 ad Ascoli Piceno. La scossa - riferisce l'Ingv - è stata avvertita nel centro Italia oggi 9 giugno alle 13.18 a una profondità di 11 chilometri e a circa 12 chilometri da San Benedetto del Tronto. L'epicentro al largo della costa picena nelle Marche, con il sisma che è stato avvertito anche in Abruzzo. Tantissime le segnalazioni sui social, da Ancona a San Benedetto del Tronto fino a Porto San Giorgio. È stata avvertita anche in Abruzzo e sulla Riviera romagnola, ma soprattutto nei comuni delle Marche più vicini all'epicentro (Cupra Marittima e Grottammare). Al momento secondo i vigili del fuoco non si hanno notizie di danni a cose o persone. 

Sospeso tratto linea ferroviaria tra Ancora e Pescara

Altre due scosse di magnitudo 2.4 e 3 si sono verificate rispettivamente alle 13.22 e alle 13.39. Il traffico ferroviario sulla linea Ancona-Pescara è stato sospeso, in via precauzionale, nel tratto tra Pedaso e Porto San Giorgio. Lo rende noto Trenitalia precisando che è in corso una verifica dei tecnici.

La protezione civile: nessun danno

Nessun danno a edifici o persone dopo la scossa di terremoto in mare tra le Marche e l'Abruzzo. Lo rende noto il Dipartimento della Protezione Civile al termine delle verifiche effettuate con le sale operative delle due regioni e con le autorità locali. La scossa è stata di magnitudo 4.1 con epicentro nel mar Adriatico di fronte alla costa marchigiana, in provincia di Ascoli Piceno.

Paura sui social: riviviamo il trauma

Paura e segnalazioni sui social, da parte di utenti in varie città tra le Marche e l'Abruzzo, dopo la scossa di terremoto avvertita in Mare Adriatico al largo di San Benedetto. «Ci sono state due scosse di fila», spiega un utente su twitter. E un altro aggiunge: «Penso che il trauma da terremoto è qualcosa di cui non potremo mai liberarci». Anche alcuni cittadini di Giulianova hanno raccontano di aver avvertito parecchio la scossa. E un inquilino del settimo piano di un palazzo in Piazza Unione a Pescara racconta: «Mi ha ballato la sedia per un pò, diciamo che non si è mossa, ma è stata lunghetta. Sono abituato ad altre scosse nel Teramano, mentre sento che a Alba Adriatica e Tortoreto l'hanno avvertita più nettamente». La Protezione Civile ha ricevuto alcune chiamate, che al momento per fortuna non destano preoccupazione. Sull'Abruzzo in queste ore sono in corso piogge consistenti e le località balneari sono deserte.

Ultimo aggiornamento: 10 Giugno, 09:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci