Studentessa 17enne in gita molestata a Termini: interviene il prof e la polizia arresta il maniaco

PER APPROFONDIRE: roma, studentessa, violenza sessuale
Studentessa 17enne in gita molestata a Termini: interviene il prof e la polizia arresta il maniaco

di Marco De Risi

Terrore domenica pomeriggio per una studentessa di 17 anni che è stata molestata sessualmente alla stazione Termini. La minorenne era con i compagni di scuola insieme ad alcuni professori. La scolaresca si stava recando ai treni per una gita. ”Ero fra le ultime del mio gruppo - ha raccontato in lacrime la studentessa ad un prof - ed un uomo mi ha bloccato le spalle, poi mi si è attaccato addosso ed ha iniziato a toccarmi mettendomi le mani sotto la maglietta e nei jeans”.

«Rivuoi il portafogli? Fai sesso con me»: lo studente maniaco "folgorato" dalla foto dei documenti

Roma, palpeggia una donna sul bus ma lei è una poliziotta: arrestato congolese
 




Il professore ha detto all’allieva di guardare bene fra la folla: era possibile che il molestatore fosse ancora presente. Così è stato, la ragazza ha visto in faccia l’aggressore che ora stava ad alcune decine di metri di distanza.

La polizia ha un presidio fisso che controlla la stazione e sono stati due agenti ad essere contattati dal professore che gli ha indicato il presunto maniaco. Questione di pochi minuti e l’uomo, un italiano, è stato bloccato dai poliziotti: dovrà rispondere di violenza sessuale. La minore è stata assistita da una donna poliziotto e da una psicologa della polizia.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 15 Aprile 2019, 11:41






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Studentessa 17enne in gita molestata a Termini: interviene il prof e la polizia arresta il maniaco
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2019-04-16 15:25:09
Zejnullah Sadiki, imam di Grosseto, sospettato di fare proselitismo per l’Isis, è stato prelevato dagli uomini della Digos e portato al Cie di Torino per essere espulso. A dare notizia dell’allontanamento è stato lo stesso Sadiki su Facebook: «Sono stato prelevato – ha scritto – perché sono una persona pericolosa per lo Stato italiano in quanto imam sempre più radicale, e perché frequento molti centri islamici. Ma se c’è ancora giustizia nello stato italiano tornerò». Negli ultimi anni l’azione degli uomini dell’Antiterrorismo della Digos maremmana ha portato anche ad altre espulsioni, fra le quali quelle di alcuni familiari di Kobuzi e di Muhabi Ajeti, ufficialmente taglialegna nel piccolo paese di Montieri ma – anche lui – in odore di estremismo islamico targato Isis. L’imam di Grosseto e la cellula della Maremma. Di Sadiki si cominciò a parlare nel gennaio del 2015, quando si scoprì inconsapevole dimora di una cellula jihadista in Maremma, formata da Maria Giulia Sergio che da Poggioferro, frazione del comune di Scansano dove aveva abitato per diversi mesi, seguendo quanto già fatto dal marito albanese Aldo Kobuzi, partì per un viaggio che la condusse in Siria. Già aveva cambiato nome, non più quello italiano bensì Fatima Az Zahrà, come la figlia prediletta di Maometto. Di lei, come riporta un dettagliato servizio de La Nazione, da quel momento solo notizie frammentarie: l’ultima, per quanto attendibile possa però essere, che sia caduta in combattimento. «Non ho mai conosciuto questa ragazza, né ho mai sentito parlare di lei», si affrettò a dire Sadiki una volta contattato, ma non fu convincente perché il centro islamico aveva ospitato Shefqet Krasniqi, estremista balcanico poi arrestato nel Kosovo perché ritenuto responsabile di propaganda finalizzata al reclutamento di jihadisti.
2019-04-15 14:52:15
Italiano o straniero sempre un maiale e'!
2019-04-15 13:44:08
...e in pochi minuti l'uomo, un italiano...eh no, si deve dire un uomo di origine italiana.
2019-04-15 14:33:42
già perché molte volte l'"italiano" IT e' "invece" di origine ET (qui non si specifica il ramo genealogico) siccome certi "sindaci" pare dessero la cittadinanza a "pioggia" (magari "abusando" della loro carica)
2019-04-15 15:12:04
con certe "cittadinanze regalate o addirittura false"? (dicono che con 6000€ uno "ottiene" tutti i documenti patenti ecc.) [non dire gatto se non l'hai nel sacco]