Ragazzo travolto e ucciso da un treno a Castel Fiorentino: aveva le cuffiette. Un passante: «Inorridito, la gente rideva»

PER APPROFONDIRE: cuffiette, incidente, investito, treno
Ragazzo investito da un treno a Castelfiorentino, è grave. «Inorridito, la gente rideva»
Drammatico incidente a Castelfiorentino, in provincia di Firenze. Un ragazzo di 20 anni, Marko Kaziu, è stato travolto e ucciso da un treno regionale sulla linea Empoli-Siena intorno alle 13 di ieri: era stato portato in gravi condizioni con l'elisoccorso Pegaso all'ospedale fiorentino di Careggi, ma purtroppo Marko Kaziu è morto nella notte. Lo rende noto il sindaco della cittadina Alessio Falorni su Fb e lo confermano fonti sanitarie.



«La comunità di Castelfiorentino si unisce nel cordoglio alla sua famiglia, e porge le sue condoglianze», commenta il primo cittadino valdelsano.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, il 20enne aveva scavalcato le barriere abbassate per attraversare la ferrovia e dirigersi verso il ponte sul fiume Elsa. Un treno, proveniente da Siena, però lo aveva urtato facendolo finire ai lati dei binari.
 Pare, inoltre, che il ragazzo portasse delle cuffiette e, attraversando i binari anziché utilizzare l'apposito sottopassaggio, non si sia accorto del convoglio in transito. Sul posto vigili del fuoco, 118, carabinieri e polizia municipale.


Ragazzo di 19 anni travolto e ucciso dal treno alla stazione dell'ospedale dell'Angelo

All'incidente ha assistito per caso anche il fotografo Francesco Nigi, che su Facebook ha denunciato il grave atteggiamento degli altri passanti lì presenti: «Hanno appena investito un ragazzetto col treno a Castelfiorentino. Non so se sia vivo, già l’aver visto la scena mi ha lasciato abbastanza scioccato. La cosa che però mi ha veramente inorridito erano le persone che ci ridevano su. Indipendentemente dalle colpe e dalla negligenza del ragazzo nell’attraversare durante l’arrivo del treno, non è proprio il massimo ridere della probabile morte di una persona».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 4 Settembre 2019, 16:11






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ragazzo travolto e ucciso da un treno a Castel Fiorentino: aveva le cuffiette. Un passante: «Inorridito, la gente rideva»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 22 commenti presenti
2019-09-06 09:10:11
se camminava a zig zag per la strada con le cuffiette ed un'auto lo investiva, avrebbe rovinato sicuramente una famiglia o una brava persona, meglio se ha trovato il treno, li non rovina nessuno. per la strada dovrebbero mettere multe salatissime a tutti quelli che girano con le cuffiette. vietarle sia in auto che per le strade, compreso messaggiare con il telefono quando camminano, multe pari al costo del telefono.
2019-09-06 05:52:02
Non me la sento di commentare molto e mi limito a dire che questi incidenti a gente giovane che ha una vita davanti, li sento veramente. A volte la pena e'troppo severa rispetto all'imprudenza. Tornando all'articolo, che l'umanita' sia andata a farsi benedire, e' cosa datata ormai
2019-09-05 17:28:50
"Auguro all’umanità un meteorite enorme. Dio rimetti i dinosauri."......sarebbe questo il fotografo sensibile??
2019-09-05 15:40:22
Quando certi muniti di cuffiette non si mettono in condizione di ricevere i rumori del traffico in cui si vanno ad immettere,o guardano fissi lo schermetto a testa bassa ,purtoppo contro il politicamante corretto una inciampata con caduta rovinosa la auguro loro ,piuttosto che scaraventino a terra me o un altro pedone.E se qualcuno avesse redarguito e ostacolato il giovane, cosa si sarebbe sorbito?Un grazie o una sequela di improperi?Classico il "stai zitto, anziano morituro!..o ai mieifigli-non-ci bado io!"
2019-09-05 14:17:30
Non riesco a capire perche' da un po' di tempo i giornali se ne guardano bene dal raccontarci che una persona si sia suicidata gettandosi sui binari.