Botte, minacce e insulti al compagno di scuola: la mamma se ne accorge e fa arrestare il bullo 15enne

PER APPROFONDIRE: bullo, scuola, zagarolo
Botte, minacce e insulti al compagno di scuola: la mamma se ne accorge e fa arrestare il bullo 15enne
Botte, insulti e minacce. Tutto questo subiva da tempo un quindicenne perseguitato da un compagno di scuola. Fino a quando la vittima ha trovato il coraggio di raccontare alla mamma tutto il suo dolore e il bullo, 15 anni anche lui, è stato fermato per atti persecutori: ora il tribunale ha deciso per lui il collocamento in una comunità

A far scattare il tutto è stata la mamma del ragazzo bullizzato, preoccupata dagli strani comportamenti del figlio minore, come stati d'ansia e carattere eccessivamente chiuso, tali atteggiamenti da generare uno stato di ansia e di paura nell'intero nucleo familiare. Le indagini avviate dai Carabinieri hanno dimostrato le continue vessazioni subite dal 15enne che, sin dall'inizio dell'anno scolastico era agitato, nervoso e mostrava poco entusiasmo nel recarsi quotidianamente a scuola, e hanno portato all'identificazione del bullo.

Con i militari hanno collaborato anche gli insegnanti della scuola dei ragazzi, fornendo elementi utili a identificare il bullo e a porre fine all'incubo vissuto dalla vittima. Il minore arrestato, dopo le formalità di rito, è stato accompagnato presso il Centro di Giustizia Minorile a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 11 Gennaio 2019, 17:27






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Botte, minacce e insulti al compagno di scuola: la mamma se ne accorge e fa arrestare il bullo 15enne
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2019-01-12 09:01:37
Queste situazioni, nascono, proliferano, si rafforzano anche grazie e sopratutto all'omerta'che di molti insegnanti e dirigenti scolastici, che per paura di intaccare il buon nome dell'istituto, il vedere scendere le iscrizioni dell'anno scolastico ed il ridimensionamento degli insegnanti fanno finta di niente. Ridimensionato gli atteggiamenti dei Bulleri, o al massimo l'importante è che non accada palesemente sotto i loro occhi. Così che la ricreazione e l'uscita da scuola diventa un far West per alcuni adolescenti, bambini. Questo perchè nonostante le varie lotte intraprese perché la scuola non sia e non diventi solo nozionistica ma anche maestra di vita hanno conqluso poco o nulla. Anche le scuola trasformate in aziende in centri pubblicitari hanno lasciato perdere il concetto. Non si deve perdere tempo Cè il programma e si sa anche la cosa più facile, infatti, per insegnare basta sapere. Per educare bisogna essere.
2019-01-11 19:15:41
finalmente: così si educano in molti dalla pena di uno