Pitbull su due sorelline: una è grave, il volto rovinato. Codacons: 70mila attacchi, patentino obbligatorio per certe razze di cani

PER APPROFONDIRE: pitbull, santhia, vercelli
Pitbull su due sorelline: una è grave, il volto rovinato. Codacons: 70mila attacchi, patentino obbligatorio per certe razze di cani
Un pitbull ha aggredito due sorelline di 18 mesi e 12 anni, ferendo in modo grave la più piccola. L'episodio è avvenuto ieri in tarda serata in una villetta di Santhià, in provincia di Vercelli. Il cane, che vive con la famiglia, ha attaccato all'improvviso le due bimbe, morsicandole in più parti del corpo. Ad avere la peggio la sorellina di un anno e mezzo, trasportata con l'elisoccorso in codice rosso all'ospedale infantile Regina Margherita di Torino. Meno grave l'altra bimba, che ha riportato ferite più lievi ed è stata portata in ospedale a Vercelli. La bambina di 18 mesi ha riportato profonde ferite al volto. La piccola, intubata, è ricoverata nel reparto di rianimazione . Durante la notte è stata operata dai chirurghi plastici e maxillo-facciali. La sorella di 12 anni, trasportata dal 118 all'ospedale di Vercelli, ha riportato ferite a un braccio e a un labbro.

 




Codacons: 70mila le aggressioni, patentino obbligatorio per chi possiede alcuni tipi di cani. In Italia si registrano ogni anno 70mila casi di aggressioni all'uomo da parte di cani: lo rende noto il Codacons che fa riferimento all'ultimo episodio registrato nel vercellese, dove due bambine sono state azzannate da un pitbull. «Al di là del caso specifico e delle dinamiche che hanno causato l'aggressione, è indubbio che esistano razze di cani potenzialmente pericolose per l'uomo - afferma il Codacons -. Indipendentemente dall' educazione che si dà al proprio animale, è universalmente riconosciuto che esistono razze, come i pitbull o i rottweiler, che per le loro caratteristiche (potenza, robustezza, dentatura) possono provocare ferite letali in caso di morsicatura. Per questo motivo - prosegue l'associazione - chiediamo da tempo un patentino obbligatorio per chi possiede cani particolarmente potenti e potenzialmente pericolosi. Il morso di un volpino, infatti, non causa certo le stesse ferite del morso di un rottweiler o di un pitbull. L' aver eliminato la lista delle 17 razze di cani a rischio introdotte dall' ex Ministro Sirchia ha di fatto cancellato qualsiasi obbligo per i loro proprietari, con conseguenze negative sul fronte della sicurezza, e ha portato ad un aumento di attacchi».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 8 Maggio 2019, 17:00






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Pitbull su due sorelline: una è grave, il volto rovinato. Codacons: 70mila attacchi, patentino obbligatorio per certe razze di cani
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 16 commenti presenti
2019-05-09 18:29:51
Io invece promuoverei una petizione affinché venga stilata una black list di padroni di cani potenzialmente pericolosi.... perché NON ESISTONO CANI PERICOLOSI, QUELLI PERICOLOSI SIAMO NOI UMANI. Ah dimenticavo, e istituirei l'obbligo di museruola e guinzaglio corto per quei padroni rientranti nella black list
2019-05-09 12:23:54
Io conosco il settore del pet da anni ... invece di parlare di patentino controllate chi li alleva e chi li vende ... che c e gente senza scrupoli che vende consanguinei ....
2019-05-09 10:29:30
Questa razza è da sempre pericolosa e si ammette ancora come animale domestico. Lo stato dovrebbe vietarne la detenzione e la gente dovrebbe svegliarsi e scegliere altre razze. Intanto la pena è tutta delle bambine che saranno sfigurate a vita grazie all'ignoranza di qualcun'altro, gente ignorante senza coscienza.
2019-05-09 10:04:35
Avanti il prossimo...
2019-05-09 09:41:21
Il problema è sempre il proprietario , in questo caso non si lasciano 2 bambine da sole con un cane , questo anche se il cane non ha mai dato segni di aggressività , può essere che le piccole giocandoci assieme gli prendono il cibo dalla bocca , gli mettono le dita negli occhi , gli tirano la coda ..... il problema è sempre il proprietario e nessun patentino può certificare l'intelligenza ed il buon senso .