Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Modella morta nel canale, riaperta l'inchiesta su Polina Kochelenko: «Non fu un incidente». Ecco cosa non torna

La donna di 35 anni fu trovata cadavere in pochi centimetri d'acqua il 18 aprile 2021. Ma troppi dettagli non tornano

Venerdì 1 Luglio 2022
Modella morta nel canale, riaperta l'inchiesta su Polina Kochelenko: «Non fu un incidente»

È ancora avvolta nel mistero la morte di Polina Kochelenko, modella e addestratrice cinefila di 35 anni trovata morta in un canale per l'irrigazione a Valeggio lo scorso 18 aprile 2021. Una morte che in un primo momento fu archiviata come incidente, ma sulla quale ora, su richiesta della famiglia verranno riaperte le indagini. 

Polina Kochelenko, cosa non torna sulla morte 

Polina Kochelenko, 35 anni, di origine russa era stata ritrovata morta con il volto verso il basso, annegata in pochi centimetri d'acqua a Valeggio (Pavia),  dove si era trasferita da poco. I giudici ipotizzarono che la ragazza stava portando a passeggio sei cani. Gli animali sarebbero scappati e per inseguirli la donna sarebbe caduta sbattendo la testa per poi svenire e annegare. Una versione non ha mai convinto la famiglia: troppi dettagli non tornano, troppe domande rimangono senza risposta. La prima: Polina sapeva nuotare, come ha potuto annegare in pochi centimetri d'acqua? Perchè non si è messa in salvo? Così dopo aver assunto un investigatore privato, la famiglia ha presentato nuove prove sul caso e ha ottenuto la riapertura dell'inchiesta

 

Cosa non torna sulla morte di Polina 

Sono troppi i punti ancora oscuri sul caso. In primo luogo, due dei cani che Polina stava portando a passeggio non sono mai stati ritrovati. Possibile che siano spariti? Erano cani di razza, che la donna gestiva per conto di un centro cinefilo, avevano un valore di oltre mille euro. Sul corpo non sono stati trovati segni di violenza, ma c'è un dettaglio che insospettisce: gli oggetti personali trovati a 800 metri di distanza dal corpo, due guinzagli riposti per terra ordinatamente, il telefono con le chiamate perse della mamma - che diede l'allarme -. Poi un altro macabro fatto: mesi dopo la morte sono scomparse alcune foto dal suo profilo Facebook e due post. Nessuno poteva più accedere, ma qualcuno ha fatto sparire le foto e i dati relativi ai suoi spostamenti. Chi è stato? La nuova indagine forse farà luce sulla verità. 

Chi era Polina Kochelenko, dalla Tv alla "nuova vita" in campagna 

35 anni, Polina si era trasferita con la famiglia a Torino dalla Russia dove aveva studiato giurisprudenza laureandosi in criminologia e facendo un tirocinio in uno studio legale. Poi il lavoro come modella, il mondo dello spettacolo, la partecipazione al reality di Deejay Tv "L’isola di Adamo ed Eva”. Ma il piccolo schermo non porta soddisfazioni, la carriera promettente si spegne in poco tempo. Così decide di lasciare tutto. Abbandona la città e si trasferisce a Valeggio, 200 abitanti nella campagna Pavese. Il nuovo lavoro come educatrice cinefila sembra renderla felice: su facebook pubblica diverse foto con i cani, sorridente. Poi la fine improvvisa, quel 18 aprile che rimane un mistero ancora da risolvere. 

Ultimo aggiornamento: 17:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci