Uccide moglie, figlio e si spara
in testa: non accettava la separazione

Martedì 9 Dicembre 2014
Uccide moglie, figlio e si spara in testa: non accettava la separazione

ANCONA - Uccide la moglie, il figlioletto di 5 anni e poi si spara. La tragedia della follia oggi verso mezzogiorno a Numana (Ancona). Un commerciante di 30 anni, Daniele Antognoni, ha scaricato i colpi della sua Beretta regolarmente detenuta sulla moglie, Paula Corouneau, una rumena di 28 anni.

La donna aveva deciso di separarsi.

In preda alla follia si è poi rivolto contro il figlio di 5 anni, sparandogli un colpo a morte. Subito dopo l'uomo si è puntato la pistola alla tempia e si è ucciso. Quando i soccorritori si sono presentati in casa, la donna era ancora viva. E' deceduta però dopo qualche minuto. L'uomo da questa estate era tornato a vivere dai genitori. Stamani si era presentato nella casa dove risiedevano la moglie e il figlio pare per tentare una riconciliazione. La discussione con la moglie però è degenerata in una strage.

Ultimo aggiornamento: 10 Dicembre, 11:17

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci