Rom diciassettenne muore a Napoli e viene abbandonato davanti all'ospedale

Martedì 1 Gennaio 2019
15
Tragedia nella notte di Capodanno: un diciassettenne rom - secondo quanto riferito dai Carabinieri del comando provinciale di Napoli - è morto probabilmente in seguito a una caduta a Giugliano, in provincia di Napoli. Il giovane è stato lasciato da un'auto davanti al pronto soccorso del locale ospedale. La vettura si è poi allontanata.

Inutili i tentativi dei medici si salvarlo: trauma da caduta le cause del decesso. I carabinieri non escludono alcuna ipotesi, ma stanno in particolare verificando se il giovane sia caduto dall'alto durante un tentativo di furto.

Ad un primo esame esterno, il cadavere del 17enne rom abbandonato davanti al pronto soccorso dell'ospedale di Giugliano, in provincia di Napoli, presenta una ferita alla testa che potrebbe essere stata provocata da una caduta da diversi metri. L'autopsia, che sarà effettuata nell'obitorio del Secondo Policlinico di Napoli, consentirà di accertare le cause del decesso. Secondo i carabinieri, che indagano sul fatto, il giovane - che risulta incensurato - stava forse tentando il furto in un'abitazione. I militari stanno peraltro approfondendo il fatto che il diciassettenne indossava dei guanti di lattice. Dopo la caduta sarebbe stato caricato in auto e lasciato davanti al pronto soccorso da due persone che poi si sono allontanate velocemente.
Ultimo aggiornamento: 13:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA