Prende a martellate moglie e figlia, patteggia e torna a vivere accanto a loro

PER APPROFONDIRE: figlia, martellate, moglie, patteggia
Prende a martellate moglie e figlia, patteggia e torna a vivere accanto a loro
Ha tentato di uccidere moglie e figlia prendendole a martellate. E adesso lascerà il carcere e tornerà a vivere accanto alle due donne. «Volevo ucciderle, dar fuoco a casa e poi farla finita», ha raccontato  Giuseppe Vitali che la scorsa estate, a Coccaglio in provincia di Brescia, aveva aggredito la moglie e la figlia. L'uomo ha patteggiato una condanna a quattro anni e sei mesi l'uomo per tentato omicidio. In giornata lascerà anche il carcere per poter tornare ad abitare nella palazzina della famiglia. Non risiederà nella stesso appartamento di moglie e figlia, che potrà però liberamente incontrare, ma in un'abitazione al piano inferiore.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 21 Ottobre 2019, 13:33






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Prende a martellate moglie e figlia, patteggia e torna a vivere accanto a loro
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2019-10-22 07:10:46
E poi mettono il carcere per gli evasori??? Ma se in questo paesello per finire in galera - e RESTARCI - devi forse, e dico forse, avere 26 ergastoli come Riina. Dico forse, perchè l'europa della tolleranza e dell'accoglienza vorrebbe togliere anche il fine pena mai...
2019-10-21 19:11:19
Verrebbe da esclamare: ma è uno scherzo? Non ha rubato caramelle da poter dire "non lo faccio più". Ha tentato di uccidere moglie e figlia! E non solo lo rimettono libero, glielo piazzano pure in casa. Pardon, al piano di sotto. Che saran mai 2 rampe di scale....
2019-10-22 08:36:35
gia' almeno negli USA gli mettono i vincoli di non "avvicinarsi" per centinaia di metri (o quanto è il "record" di "lancio del martello"?
2019-10-21 18:26:21
Spero di sbagliarmi ma a me sembra un futuro omicidio...e poi chi pagherà?.........
2019-10-21 16:51:35
vedete che bisogna "lasciare il posto"(in galera) ai sanguinari "evasori" e a pluripregiudicati"cassieri" che "non battono lo scontrino" probabilmente chi non usera' il POS (rifiuto di accettare carte e bancomat) sara' condannato ai "lavori forzati" ma chi prende a martellate picconate coltellate bagni di acido NON lo fara' piu' questa gente è sicuramente "pentita"