Botte alla mamma, le sorelline la salvano con una videochiamata alla nonna

PER APPROFONDIRE: fiuggi, mamma, nonna, salvata, videochiamata
Botte alla mamma, le sorelline la salvano con una videochiamata alla nonna
La mamma massacrata di botte dal marito ubriaco. Le sorelline la salvano con una videochiamata alla nonna. «Corri, nonna, mamma ha bisogno di aiuto». Lei, una casalinga di 38 anni di Fiuggi, stanca di veder rientrare il marito ubriaco si era rifiutata di preparargli la cena. E lui, il marito, un operaio di 40 anni, quando non ha trovato niente sulla tavola ha cominciato a picchiarla. Le due figlie, di 3 e 4 anni, non apendo cosa fare per fermare il padre hanno preso il cellulare della mamma e hanno cercato su WhatsApp la foto della nonna perché ancora non sanno leggere. Hanno pigiato sul simbolo che si trovava a destra della foto attivando la videochiamata. «Nonna, aiutaci». L'anziana ha subito allertato l'ambulanza del 118. L'operaio è stato denunciato per maltrattamenti e poi rinviato a giudizio per lesioni gravi. Il processo è stato fissato per la metà di dicembre. La vittima che si è costituita parte civile sarà difesa dall'avvocato Claudia Mancini. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 15 Ottobre 2019, 15:29






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Botte alla mamma, le sorelline la salvano con una videochiamata alla nonna
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti