«Siamo padre e figlia»: tedeschi accolti e aiutati da tutti a Licata. Dopo 5 anni la scoperta choc

PER APPROFONDIRE: chi l'ha visto
«Siamo padre e figlia»: tedeschi accolti e aiutati da tutti a Licata. Dopo 5 anni la scoperta choc

di Silvia Natella

Gli abitanti di Licata, in Sicilia, non possono ancora credere di aver accolto nella loro comunità un uomo che aveva rapito una ragazzina e ne aveva fatto la sua amante. Per tutti Bernard e Maria erano padre e figlia, una famiglia tedesca che viveva di espedienti e che meritava affetto e integrazione. A Chi l'ha Visto? la storia incredibile di una ragazza che è tornata dai suoi genitori cinque anni dopo essere scomparsa e fuggita con l'uomo che l'aveva adescata in chat.

Aveva 13 anni quando si è nascosta in Italia. Bernard, 40 anni più vecchio di lei, lo aveva conosciuto su internet due anni prima. Si faceva chiamare Carletto e diceva di avere 15 anni. Nella realtà era tesoriere di un partito di estrema destra e sposato. Ed era stata proprio la moglie a scoprire la tresca e a denunciarlo, ma troppo tardi. Bernard era riuscito a plagiare la ragazzina e a portarla con sé in Sicilia. Su di lui gravava un mandato di cattura internazionale per rapimento e violenza sessuale su minore, ma nessuno ha mai indagato veramente su di loro. 



Dopo 5 anni di silenzio Maria Henselmann, ormai maggiorenne, si è rifatta viva con la sua famiglia a Friburgo a fine agosto, mentre Bernhard Manfred Haase è stato arrestato a distanza di una settimana. Ci sono ancora punti oscuri e molti riguardano l’Italia. «Era più facile andare avanti così che ritornare. Non sapevo come avrei potuto fare e avevo una paura tremenda... Non ero più preoccupata di dover finire in una comunità per minori o di essere interrogata per ore e ho trovato il coraggio per tornare dalla mia famiglia», ha detto alla polizia la ragazza. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 26 Settembre 2018, 23:20






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Siamo padre e figlia»: tedeschi accolti e aiutati da tutti a Licata. Dopo 5 anni la scoperta choc
CONDIVIDI LA NOTIZIA
APPROFONDIMENTI
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2018-09-29 00:15:56
A me, come cittadino, non notificano tutti i mandati di cattura internazionale. Vicino a casa mia potrebbe stabilirsi un pluriricercato, ed io non me ne accorgerei. Non capisco quindi cosa rimproverino alcuni agli abitanti di Licata.
2018-09-27 19:55:08
Cosa c'entra l'ospitalità sincera con la protezione di un ricercato dall'interpol?
2018-09-28 08:32:22
???? Dove hai letto che i siciliani proteggevano un latitante?
2018-09-27 17:03:44
Altri 2 casi molto famosi di ragazzine rapite e rinchiuse in cantina per anni provengono dalla civilissima Austria. Una aveva partorito 5 figli. Chissà perché schifezze del genere si consumano più frequentemente dai rigorosissimi Deutsche !!
2018-09-28 00:09:30
Forse perche' li' e' piu' difficile farle "occasionalmente", senza sequestrare la vittima, come succede da noi.