Latina, incendio tra le case: il fuoco minaccia tre quartieri Diretta

Mercoledì 22 Settembre 2021 di Vittorio Buongiorno e Marco Cusumano
Latina, incendio tra le case: il fuoco minaccia tre quartieri Diretta

Tutto è cominciato poco dopo le dodici nei campi tra la Lottizzazione Cucchiarelli e il quartiere Isonzo a Latina. L'incendio divampato nei pressi di via Regione Veneto e alimentato dal vento ha puntato dritto verso la città. In pochi minuti è arrivato alle spalle del circolo Agora Fitness ed ha proseguito verso via Isonzo arrivando all'incrocio accanto al Mc Donald,'s dove le fiamme hanno attaccato i pini e si sono fatte pericolosamente vicine alle abitazioni. In quel punto molto trafficato decine di cittadini hanno tirato fuori i cellulari e trasmesso in diretta social il procedere dell'incendio. Il fuoco ha proseguito la sua corsa lambendo i palazzi di via don Sturzo.

 

Maxi-rogo tra le case, paura a Latina

Sono stati momenti drammatici. Il fumo ha invaso tutto il quartiere azzerando la visibilità, mentre le fiamme attaccavano tutti gli spazi verdi arrivando alle recinzioni dei palazzi. I residenti hanno cominciato a lasciare gli appartamenti, a portare via le automobili e soprattutto a dare una mano con secchi d'acqua nel tentativo di spegnere il fuoco. Chi vive al piano terra di quei palazzi ha preso il tubo dell'acqua e tentato di tenere lontane le fiamme aspettando l'arrivo dei vigili del fuoco.

I pompieri nel frattempo hanno aggredito il rogo in via Isonzo, nel punto in quel momento più a rischio, mentre la protezione civile si è portata alla fine di via Sezze dove il fuoco aveva raggiunto la recinzione del liceo Majorana. Dentro la scuola il dirigente ha provveduto a radunare i ragazzi nell'ala dell'edificio più lontana dal fuoco preparando l'evacuazione dell'istituto.

Vigili del fuoco e protezione civile in via Roccagorga a Latina

 

Evacuato il centro smistamento di Poste

Per colpa del vento l'incendio ha continuato a propagarsi, sia verso via Roccagorga dove nel primo pomeriggio si sono vissuti momenti drammatici. Anche lì i vigili del fuoco hanno fatto rimuivere tutte le automobili, mentre gli elicotteri dei pompieri hanno rovesciato migliaia di litri d'acqua per tenere lotano il fuoco dai palazzi. Tensione tra i residenti delle abitazioni alle spalle del mercato settimanale dove il fuoco non è ancora stato spento. Un altro focolaio ha ripreso vigore alle 14 alle spalle di via dell'Agora arrivando a lambire uno dei condomini.

La polizia locale e alcune pattuglie della polizia di Stato hanno chiuso le strade più vicine all'incendio. Il traffico ovviamente è andato in tilt. Problemi anche per il trasporto pubblico che ha dovuto effettuare percorsi alternativi.

La situazione al momento, sono le 15.30, è questa ma le fiamme non sono ancora state domate. L'incendio spinto dal vento viaggia verso il Piccarello. Anche il centro di smistamento della corrispondenza di Poste Italiane è stato fatto evacuare. Nella zona sono state spostate o rimosse tutte le auto.

Ci sono cittadini intossicati

Ore 15.30
Via Isonzo è ancora chiusa tra via dell'Agora e via Regione Veneto. Tanto traffico in via del Lido dove si sta riversando chi esce da latina diretto verso il mare e verso la Pontina. Intanto è stata chiusa anche via delle Rose, già al centro di un rogo micidiale alcuni anni fa. Dall'ospedale si ha notizia che vi sono alcuni intossicati lievi. 

Ore 17
Dalla Prefettura di Latina fanno sapere che «i diversi focolai sono circoscritti» e che sono «in via di soluzione».

ore 17.20
I vigli del fuoco hanno sei squadre in azione sui vari fronti dell'incendio e confermano che il Liceo majorana, le Poste di via Rossetti e i palazzi lambiti dal rogo sono stati tutti messi in sicurezza.

Ipotesi dolosa, si indaga

Il sindaco di Latina in via Isonzo con i vigili del fuoco

Ore 17.50
«Oggi la nostra città è stata colpita da un vasto incendio che ha interessato la zona di via Isonzo fino ad arrivare all'area confinante con il Mol. Prima di tutto voglio ringraziare i Vigili del fuoco, le squadre di Protezione Civile, la Polizia Locale e tutte le forze dell'ordine intervenute per riportare la situazione alla normalità». Lo ha appena scitto sulla sua pagina Fb il sindaco di Latina, Damiano Coletta. «Ci sono volute ore - continua il primo cittadinoi - ma adesso il rogo appare circoscritto e domato. Ringrazio anche il Prefetto Falco con il quale sono stato in costante contatto telefonico per monitorare la situazione e che ha coordinato un Comitato di sicurezza di emergenza. Restiamo in attesa dei riscontri degli investigatori sulla natura dell'incendio che non si esclude possa essere di matrice dolosa. Se così fosse, ci troveremmo di fronte a una vera e propria azione criminale che ha messo in pericolo l'incolumità di tante concittadine e concittadini e che va condannata senza se e senza ma».

Salva la corrispondenza

Ore 18
Così è stato evacuato il centro di smistamento di Poste Italiane in via Rossetti: «Quando è scattato l'allarme antincendio si sono attivate tutte le pricedure previste dal piano di evacuazione - raccontano dall'ufficio stampa di Poste che abbiamo contattato - Tra l'altro le prove antincendio erano state effettuate a luglio. In primis il personale è stato evacuato e portato nel luogo sicuro predisposto coordinati dal direttore del centro Sante De Santis. Poi sono iniizate le procedure di contrasto utilizzando i manicotti antincendio». In quel momento il piazzale era pieno di automezzi. Insieme a vigili del fuoco e protezione civile gli operatori di Poste Italiane si è riusciti a tenere le fiamme fuori dal perimetro del Centro. A parte due motorini danneggiati tutti i mezzi sono stati salvati. Salva anche la corrispondenza. Domani verranno effettuati i controlli sull'immobile per garantire la ripresa del lavoro in totale sicurezza. 

Ultimo aggiornamento: 20:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA