FRANA CASAMICCIOLA

Tragedia Ischia, diretta. Sette morti (anche 2 bambini e un neonato), ancora cinque dispersi. Cdm stanzia 2 milioni

Tutti gli aggiornamenti minuto per minuto sulla tragedia di Casamicciola

Domenica 27 Novembre 2022
3

I nomi delle vittime

Le vittime accertate della frana a Casamicciola sono: Eleonora Sirabella, 31 anni; i fratelli Francesco Monti (classe 2011) e Maria Teresa Monti (2016) appartenenti al nucleo familiare di cui risultano ancora dispersi i genitori e un altro figlio. Tra le vittime anche la famiglia composta da Maurizio Scotto di Minico (classe 1990) Giovanna Mazzella (classe 1992) e GiovanGiuseppe Scotto Di Minico, che è il neonato di 22 giorni ritrovato dai vigili del fuoco. Ritrovato anche il corpo di Nikolinka Gancheva Blangova, di nazionalità bulgara, 58enne.

Cresce il numero degli sfollati

Cresce il numero degli sfollati della frana di Casamicciola: stasera se ne contano circa 230. È il dato riferito dal prefetto di Napoli, Claudio Palomba. Per tutti è stata trovata una locazione tra strutture alberghiere o residenze di parenti. Per quanto riguarda i feriti dovrebbero essere 5. Le abitazioni colpite passano da 15 a circa 30.

Avvisato consolato bulgaro

Una donna bulgara figura tra le persone decedute nella frana di Casamicciola Terme, sull'isola d'Ischia. Inizialmente si pensava che il primo cadavere trovato dai soccorritori ieri pomeriggio fosse quello della donna bulgara, data subito per dispersa, ma è stato poi identificato nella 31enne Eleonora Sirabella. Oggi il ritrovamento della donna bulgara. «Abbiamo subito avvisato il Consolato bulgaro», ha fatto sapere il prefetto di Napoli Claudio Palomba in un punto stampa al termine del centro coordinamento soccorsi in Prefettura. 

Un minuto di silenzio all'opera di Roma

Un minuto di silenzio e di raccoglimento per ricordare le vittime della frana di Casamicciola a Ischia. Lo ha chiesto il sovrintendente del Teatro dell'Opera di Roma, Francesco Giambrone, prima dell'inizio dei 'Dialogues des Carmélites' di Francis Poulenc che stasera alle 19 inaugura la stagione 2022-2023 del teatro Costanzi, con la regia di Emma Dante e Michele Mariotti sul podio.

Gli sfollati: "Fateci rientrare"

La loro principale preoccupazione, adesso, è quella di tornare nelle loro abitazioni almeno per recuperare qualche indumento o qualche altra cosa di necessario. Il giorno dopo l'alluvione e lo sfratto obbligato dalle loro case, che sorgono quasi alla sommità del monte Epomeo, a Casamicciola, è iniziato il pellegrinaggio degli sfollati al posto avanzato dei vigili del fuoco, in piazza Maio, per chiedere assistenza per accedere negli alloggi, dove sono custoditi i ricordi di giovani e anziane famiglie. In 96 gli sfollati (su un totale di 167) hanno trovato sistemazione nell'hotel Michelangelo, ad un paio di chilometri dal luogo del disastro, del dolore e del lutto diventato più vivo proprio nel giorno in cui sono stati trovati i cadaveri di altri loro vicini di casa, di cui si erano subito perse le tacce. Altri senza-casa hanno provveduto autonomamente: sono ospiti di amici e parenti, ma nel giro di qualche settimana dovranno trovare un tetto. E già sanno che non sarà facile a causa della fame di case sull'isola verde.

Video

 

Neonato tra le vittime

Tra le vittime accertate dell'alluvione di Casamicciola anche un neonato di 21 giorni. Il corpicino del bimbo è stato recuperato all'interno di un'abitazione di soccorritori con non poche difficoltà ed attualmente si trova presso l'obitorio dell'ospedale Anna Rizzoli di Lacco Ameno. Il piccolo è uno dei 5 già recuperati.

Le indagini dei carabinieri

Droni e carabinieri forestali sono in azione a Ischia non solo per la ricerca dei dispersi, ma anche per attività di ricerca e repertamento di materiale che sarà vagliato dalla magistratura: la procura di Napoli, infatti, come avviene di norma in casi del genere, ha aperto un fascicolo d'inchiesta sulla frana di Casamicciola che ha provocato morti e ingenti danni materiali. L'ipotesi di reato - come anticipa Il Mattino - è quella di disastro colposo, ma ancora non c'è alcun nome iscritto nel registro degli indagati.

Ancora 20 persone isolate senza acqua né luce

Sono quattro o cinque i nuclei familiari che, a 36 ore dalla alluvione di Casamicciola, non sono stati ancora messi in sicurezza nonostante il lavoro dei soccorritori. Si tratta di circa 20 persone tra adulti e bambini, tutti localizzati in abitazioni di via Pera di Basso che ancora non dispongono di acqua corrente ed elettricità. I soccorritori stanno facendo arrivare un'autobotte per provare a fornire loro acqua ma è possibile che queste persone debbano restare ancora una notte nelle loro abitazioni.

Video

 

Anche un neonato tra le vittime: attesa conferma Prefettura

C'è anche un neonato tra le vittime della frana. La notizia del ritrovamento del corpo del piccolo attende ancora la conferma ufficiale della Prefettura.

In salvo famiglia bloccata in casa

È stata tratta in salvo una famiglia di tre persone intrappolata da ieri mattina nella propria abitazione in zona Celario, colpita dall'alluvione di Casamicciola. I tre, tra cui una 90enne non in grado di deambulare, ed un'altra persona anziana, sono stati raggiunti pochi minuti fa dalle squadre di soccorso che si sono fatte strada tra fango e detriti. I tre al momento sono considerati in buone condizioni di salute. Questo nucleo familiare era già monitorato: i tre non facevano parte dei dispersi.

Alle 18 nuova riunione del Centro coordinamento soccorsi in Prefettura

Il sindaco della Città metropolitana di Napoli Gaetano Manfredi parteciperà alla riunione del Centro coordinamento soccorsi in programma alle 18 nella sede della Prefettura in piazza del Plebiscito. Manfredi è in continuo contatto da stamattina con il prefetto di Napoli Claudio Palomba per coordinarsi sulle attività di soccorso sull'isola di Ischia. I tecnici della Città metropolitana stanno proseguendo, sotto il coordinamento della Protezione Civile, le operazioni di pulizia delle strade dal fango. Sul posto presenti anche due squadre di agenti della Polizia Metropolitana.

Testimone: «Davanti a noi c'era il baratro, sembrava di essere in un film»

«I soccorsi non arrivavano e siamo rimasti fuori nel viale, dove con la mia famiglia avevamo deciso di rimanere dopo essere usciti di corsa da casa. Eravamo sotto la pioggia tutti e cinque, stretti, e lì siamo rimasti per un paio d'ore, perché per i soccorritori era difficile raggiungerci: davanti a noi c'era il baratro, era venuto tutto giù, sembrava di essere in un film, surreale». È il racconto di Enzo Botta, l'uomo che abita con la sua famiglia, la moglie e tre figli tra cui uno di 12 anni, nella villa bianca pericolante diventata il simbolo della tragedia di Casamicciola.

 

 

Conte: «Nel 2018 non fu fatto un condono»

«L'apprezzo perché ha letto l'articolo 25 del decreto sul Ponte ma le dico che non era affatto un condono». Così il leader di M5s Giuseppe Conte parlando a 'Mezz'ora in più' e replicando a Lucia Annunziata che gli chiedeva del provvedimento su Ischia contenuto nel decreto del 2018 sul Ponte di Genova. «È uno dei primi dossier che abbiamo assolto - ha osservato in un altro passaggio - con senso di responsabilità cercando di sbloccare una situazione che c'era senza derogare ai vincoli idrogeologici». «Era una procedura di semplificazione», ha aggiunto successivamente incalzato dalla giornalista.

 

Il bilancio: tre morti accertati. Una donna, una bimba e un'azianza

Sono tre i morti per la frana che ha colpito ieri, all'alba, il Comune di Casamicciola ad Ischia. Dopo l'identificazione di Eleonora Sirebella, 31 anni, i soccorritori hanno trovato il corpo di una bimba di 5 - 6 anni e di una donna anziana. La piccola, non ancora identificata, indossava una pigiamino rosa. Il suo copro è stato trovato in una camera da letto, sotto un materasso, di una casa travolta dalla frana. La terza vittima, una donna anziana di cui non è stato ancora possibile determinare l'identità, sarà trasferita nell'obitorio dell'ospedale Rizzoli.

 

 

Ritrovato terzo corpo senza vita: è un'anziana

È stata recuperata la salma di una terza vittima dell'alluvione di Casamicciola. Nella zona di via Celario i soccorritori che da alcune ore scavano a mano hanno rinvenuto il cadavere di una donna anziana, di cui al momento non è possibile determinare l'identità. Come per le altre due vittime, la salma sarà portata presso l'obitorio dell'ospedale Rizzoli.

Il bilancio: due le vittime accertate

Sono dunque due al momento le vittime finora recuperate a Casamicciola. Dopo il corpo di Eleonora Sirabella, di 31 anni, ritrovato nella giornata di ieri nei pressi di via Celaro, sotto un metro e mezzo di fango, oggi è stato recuperato il corpo di una bimba di 5 - 6 anni. La piccola vittima indossava una pigiamino rosa. Il suo copro è stato trovato in una camera da letto, sotto un materasso, di una casa travolta dalla frana.

 

Elicottero della Difesa soccorre 5 persone isolate

Questa mattina un elicottero HH139 dell'aeronautica militare ha effettuato un'operazione di ricerca e soccorso nelle zone colpite dalla frana di Ischia. L'operazione ha portato all'individuazione e al salvataggio di cinque persone, tre adulti e due bambini che erano rimasti isolati in un agriturismo. Recuperati con il verricello dell'elicottero sono stati trasportati a Casamicciola. L'elicottero intervenuto è parte del contingente di soccorso messo a disposizione ieri dal ministro della Difesa, Guido Crosetto. Tutte le operazioni sono coordinate dal Comando Operativo di Vertice Interforze dello Stato Maggiore della Difesa, guidato da Francesco Figliuolo. Rimangono pronti a intervenire, in caso di necessità, un elicottero CH47 dell'Esercito , un plotone genio e uno bersaglieri con 15 mezzi speciali, mentre la nave San Giorgio della marina militare, con a bordo un contingente di personale della Brigata marina San Marco sta velocemente raggiungendo l'isola nel caso fossero necessari ulteriori aiuti.

La vittima è una bimba di 5-6 anni: indossava il pigiama

È stato ritrovato il corpo di una bimba di 5 - 6 anni. La piccola vittima indossa una pigiamino rosa. Lo si apprende dalla Prefettura di Napoli.

Seconda vittima è una bambina

Sale a due il bilancio delle vittime della frana di Casamicciola, sull'isola d'Ischia. È stato trovato il corpo senza vita di una bambina nella parte alta di Casamicciola, la zona maggiormente colpita dalla frana che si è verificata all'alba di ieri e dove sono concentrate le operazioni di soccorso e ricerca dei dispersi. 

Musumeci: «Gruppo ministeriale sul dissesto»

«Credo sia importante che per il governo l'emergenza deve finalmente essere superata, parlo delle calamità da dissesto idrogeologico. In questo senso si è dato incarico al ministero per la Protezione civile di dar vita a un gruppo di lavoro che coinvolga i rappresentanti dei dicasteri interessati alla pianificazione e gestione dei fondi, che non sono pochi credetemi, per mitigare il rischio da frane, alluvioni e legate al dissesto idrogeologico». Così il ministro per il Sud, Nello Musumeci che ha la delega alla Protezione al termine del Consiglio dei ministri su Ischia.

Recuperato un secondo cadavere: è di una persona molto giovane

Recuperato un secondo cadavere a Casamicciola. Il corpo di una persona molto giovane, di cui al momento non sono noti né l'identità né il sesso, è stato trovato in una camera da letto, sotto un materasso, di una casa travolta dalla frana. In questi minuti la salma viene portata in obitorio. È probabile che nello stesso punto vi siano altri corpi individuati dai cani dei soccorritori.

Musumeci: «Meloni a Ischia il prima possibile»

La premier Giorgia Meloni ha espresso l'intenzione di andare a Ischia prima possibile. È quanto riferito dal ministro per il Sud, Nello Musumeci che ha anche la delega alla Protezione al termine del Consiglio dei ministri su Ischia. Ai cronisti che gli chiedevano dei tempi di una visita, Musumeci ha aggiunto: «Andarci adesso sarebbe solo una passerella».

Simonetta Calcaterra nominata commissario per gestione emergenza

Simonetta Calcaterra è stata nominata commissaria per la gestione dell'emergenza dopo la frana che ha colpito ieri Casamicciola. È quanto deciso nel corso del Consiglio dei ministri straordinario convocato su Ischia e riferito ai cronisti dal ministro per il Sud Nello Musumeci, che ha anche la delega alla Protezione, uscendo da Palazzo Chigi.

Il Cdm dichiara lo stato d'emergenza: stanziati 2 milioni di euro

«Il Consiglio dei ministri, su proposta del ministro per la Protezione civile, ha dichiarato lo stato di emergenza al quale farà seguito l'ordinanza del capo della Protezione civile, e ha disposto un primo stanziamento di 2 milioni di euro». Ad annunciarlo, il ministro per il Sud, Nello Musumeci che ha la delega alla Protezione al termine del Consiglio dei ministri su Ischia.

Concluso il Cdm sullo stato d'emergenza

Si è concluso il Consiglio dei ministri straordinario convocato d'urgenza a Palazzo Chigi dopo la frana di ieri a Casamicciola. Durato circa un'ora, all'ordine del giorno la dichiarazione dello stato di emergenza per l'isola.

Video

 

Otto persone soccorse in agriturismo rimasto isolato

Otto persone che si trovavano in un agriturismo rimasto isolato dopo l'alluvione di ieri mattina sino state salvate dai vigili del fuoco del comando provinciale di Napoli e dai militari dell'Aeronautica. Le otto persone sono state fatte salire su due elicotteri e portate all'eliporto di Lacco Ameno. A quanto si apprende, oltre allo spavento per la brutta esperienza, le loro condizioni di salute sono buone.

De Luca: dal governo ci aspettiamo fondi e stato calamità

«Dal governo ci aspettiamo la nomina di un commissario straordinario anche per l'aspetto idrogeologico, lo stato di calamità e fondi aggiuntivi». Così il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca intervistato a Rai News su quanto si attende dal governo dopo la frana a Casamicciola. De Luca ha voluto anche ringraziare la presidente del Consiglio Giorgia Meloni «per la vicinanza alla popolazione colpita».

Meloni apre il Cdm: vicinanza e solidarietà

Aprendo il Consiglio dei ministri straordinario su Ischia, secondo quanto si apprende, la premier Giorgia Meloni ha rinnovato la sua vicinanza e solidarietà a tutte le persone coinvolte nella frana di ieri a Casamicciola, dagli sfollati ai sindaci e ha espresso profonda gratitudine per l'impegno di chi ha prestato soccorso e assistenza fin da ieri. In particolare ha voluto sottolineare l'impegno dei vigili del fuoco in campo sull'isola per le ricerche. Al Consiglio partecipano numerosi ministri, tra gli altri Tajani, Casellati, Schillaci, Musumeci, Urso, Piantedosi, Lollobrigida, Bernini, Sangiuliano, Pichetto Fratin, Roccella, Santanchè.

Al via il Cdm sullo stato d'emergenza

A Palazzo Chigi è cominciato il Consiglio dei ministri straordinario dopo la frana a Casamicciola, comune di Ischia. All'ordine del giorno, la dichiarazione dello stato di emergenza.

In Cdm anche misure per piano clima nazionale

Nel consiglio dei ministri di oggi sarà dichiarato lo stato di emergenza per Ischia e si predisporranno anche le miure per il piano nazionale del clima. Lo ha annunciato il ministro delle Imprese e del Made in Italy Adolfo Urso su Sky Tg24. Bisogna intervenire, ha detto «non solo con le risorse del Pnrr». «Il governo ha il dovere di intervenire e lo farà con la riunione di oggi», ha detto riferendosi alla frana di Casamicciola.

Palomba (prefetto di Napoli): sono 167 gli sfollati

Sono complessivamente 167 le persone sfollate a Casamicciola, comune dell'isola d'Ischia colpito ieri mattina da una frana che ha causato, questo il bilancio al momento, una vittima, 4 feriti e 11 dispersi. Lo ha detto il prefetto di Napoli Claudio Palomba, al termine della riunione del centro coordinamento soccorsi che si è tenuta questa mattina in Prefettura a Napoli. «Tutti gli sfollati - ha sottolineato il prefetto - hanno avuto una sistemazione, la gran parte in albergo e altri con sistemazioni autonome». 

Palomba (prefetto di Napoli): 11 dispersi, fra cui 2 bambini

Sono 11 le persone che risultano disperse a Casamicciola Terme, comune dell'isola d'Ischia investito ieri mattina da una frana che ha causato al momento una vittima accertata e 4 feriti. Lo ha reso noto il prefetto di Napoli Claudio Palomba al termine della riunione del centro coordinamento soccorsi che si è tenuto questa mattina in Prefettura a Napoli. Tra i dispersi ci sono anche due nuclei familiari e due bambini. 

Curcio (Protezione civile): si lavora per aprire strade

«Si sta lavorando molto, si stanno aprendo le strade. Il bilancio è quello di ieri sera». Lo ha detto il capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio, che presso il centro operativo comunale di Casamicciola ha presieduto un vertice per fare il punto della situazione. «La notte non ha portato passi in avanti dal punto di vista della ricerca dei dispersi», ha proseguito Curcio sottolineando che il meteo lo consente. «I mezzi e gli uomini confluiti sono numerosi - ha detto ancora - e tutti di alta specialità e qualificate». La scorsa notte i vigili del fuoco hanno lavorato in collaborazione con le forze armate «e si sta mettendo in campo tutto ciò che bisogna fare».

Capo Protezione civile giunto sull'isola

Il capo del Dipartimento della Protezione civile Fabrizio Curcio si è recato a Ischia per un sopralluogo nella zona maggiormente colpita dalla frana che si è verificata ieri mattina nel comune di Casamicciola. Nella giornata di ieri Curcio ha partecipato alle riunioni del centro coordinamento soccorsi in Prefettura a Napoli e questa mattina è partito per Ischia.

Tra i dispersi due famiglie con bimbi

Al momento gli undici dispersi della frana di Casamicciola sono due famiglie, una di cinque persone con un bimbo e un'altra di tre con un neonato, poi un uomo, una donna straniera e un'anziana. Ci sono anche due famiglie con bimbi tra i dispersi della frana di Casamicciola. Lo si apprende dallo staff amministrativo del Comune di Lacco Ameno.

Casamicciola, 164 sfollati

Sono 164 al momento gli sfollati a seguito della frana di Casamicciola. Lo si apprende dalle autorità locali.

Riunito centro coordinamento soccorsi

È in corso nella sede della Prefettura di Napoli la riunione del Centro di coordinamento soccorsi del ministero dell'Interno per fare il punto sulla situazione di Casamicciola. Alla riunione, coordinata dal prefetto Claudio Palomba, il commissario straordinario di Governo per la ricostruzione post sisma di Ischia, Giovanni Legnini, il capo della protezione civile regionale, Italo Giulivo, e i vertici locali delle forze dell'ordine. A quanto si apprende, il capo del Dipartimento della Protezione civile nazionale, Fabrizio Curcio potrebbe essere prossimamente sull'isola.

Ischia, soccorsi avanti per tutta la notte

Sono stati impegnati tutta la notte i soccorritori al lavoro per trovare i dispersi della frana che ha investito Casamicciola, sull'isola d'Ischia, all'alba di ieri. Sono 11, secondo quanto riferito dal prefetto di Napoli Carlo Palomba ieri sera nell'ultimo punto stampa della giornata, le persone disperse, 13 i feriti di cui uno solo in gravi condizioni e che è stato trasportato all'ospedale Cardarelli di Napoli, dove è ricoverato nel Trauma Center in prognosi riservata.

Una la vittima accertata finora, una donna di 31 anni del vicino comune ischitano di Lacco Ameno e che viveva a Casamicciola. Il suo corpo è stato trovato nei pressi di piazza Maio. In Prefettura a Napoli alle 8.30 tornerà a riunirsi il centro coordinamento soccorsi insediato ieri dal prefetto; al termine della riunione dovrebbero essere forniti degli aggiornamenti circa i dispersi ed eventuali nuove vittime.

Vigili del fuoco, inviati rinforzi da altre regioni

I Vigili del Fuoco sono impegnati sull'isola in soccorso alla popolazione, nella ricerca dispersi e nelle operazioni di rimozione del fango dalle strade di collegamento. Inviate squadre in rinforzo da Lazio, Abruzzo, Puglia e Molise. È quanto si legge in post su Twitter.

Sono stati impegnati tutta la notte i soccorritori al lavoro per trovare i dispersi della frana che ha investito Casamicciola, sull'isola d'Ischia, all'alba di ieri. Sono 11, secondo quanto riferito dal prefetto di Napoli Carlo Palomba ieri sera nell'ultimo punto stampa della giornata, le persone disperse, 13 i feriti di cui uno solo in gravi condizioni e che è stato trasportato all'ospedale Cardarelli di Napoli, dove è ricoverato nel Trauma Center in prognosi riservata.

Una la vittima accertata finora, una donna di 31 anni del vicino comune ischitano di Lacco Ameno e che viveva a Casamicciola. Il suo corpo è stato trovato nei pressi di piazza Maio. In Prefettura a Napoli alle 8.30 tornerà a riunirsi il centro coordinamento soccorsi insediato ieri dal prefetto; al termine della riunione dovrebbero essere forniti degli aggiornamenti circa i dispersi ed eventuali nuove vittime.

Ultimo aggiornamento: 28 Novembre, 08:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci