Fortuna, Caputo accusa la compagna: "L'ha uccisa lei". E il suo legale non vuole più difenderlo

Martedì 24 Maggio 2016
La piccola Fortuna uccisa al Parco Verde di Caivano

La confidenza, poi la reazione del legale. «Non sono stato io a gettare 'Chiccà di sotto, è stata la mia compagna», questo - secondo fonti della trasmissione televisiva «Chi l'ha visto?» - ha detto Raimondo Caputo al suo avvocato, Salvatore Di Mezza, che è lo stesso che difende anche la compagna dell'uomo, accusato dell'omicidio della piccola Fortuna, violentata e poi gettata dal balcone al Parco Verde di Caivano.

Dopo questa confidenza - sempre secondo fonti della trasmissione «Chi l'ha visto?» - il legale ha deciso di lasciare l'incarico di difensore di Caputo e di continuare a difendere solo la compagna dell'uomo.

«Caputo - ha detto Di Mezza all'ANSA - mi ha confidato in carcere, il giorno dopo l'incidente probatorio in cui furono sentite le tre figlie della convivente, che sarebbe stata proprio quest'ultima a gettare Fortuna Loffredo dalla terrazza. A quel punto ho deciso di rimettere l'incarico per incompatibilità». «Caputo - ha proseguito Di Mezza - mi ha chiesto di continuare ad assisterlo ma dopo quello che mi aveva detto, sebbene non so che fondo di verità ci sia, ho deciso di interrompere il rapporto»

Ultimo aggiornamento: 19:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA