Neonato morto, Chiara Ferragni: «Anche io ho rischiato di addormentarmi dopo il parto di Leo»

L'infuencer: «Le donne vengono sempre lasciate sole e questo è un problema grandissimo»

Martedì 24 Gennaio 2023
Neonato morto, Chiara Ferragni: «Anche io ho rischiato di addormentarmi»

Anche io ho rischiato di addormentarmi mentre allattavo. Me too, anche io, dice Chiara Ferragni che ha scritto un piccolo pensiero per la mamma e il bambino di tre giorni morto a Roma, soffocato mentre stava prendendo il latte dal seno della madre che si era addormentata.  La donna non è indagata, l'ipotesi di reato è contro ignoti. Ma è un problema ignoto, questo? Molte donne dicono di no: sostengono che possa succedere a tutte e che è fondamentale non lasciare sola una puerpera dopo il parto, quando può non essere al massimo la capacità di essere vigili, di controllare i movimenti e di imparare il contatto con un corpo che in poche ore non è più dentro la donna ma accanto. Quella capacità può venire meno perciò una donna va aiutata, accompagnata in quella transizione. Lo dice, ora, anche l'influencer più famosa d'Italia: Chiara Ferragni, mamma di due bambini.

Neonato morto soffocato al Pertini di Roma, le madri e le difficoltà del post-parto negli ospedali: «Sole e abbandonate, poteva succedere a tutte noi»

Chiara Ferragni, cosa ha scritto su Instagram

Oggi Ferragni su Instagram sottolinea che è importante non lasciare sole le donne perché solo per il fatto che partoriscono non si tramutano in supereroine in possesso di poteri ultra naturali. Anzi, lascia intendere Ferragni, è sbagliato ammantare la maternità di questo velo epico, romantico, naturalizzante.

«Mi ricordo quando ho partorito Leo dopo un'induzione di 24 ore e quando mi è stato lasciato al seno per l'allattamento ho rischiato in primis di addormentarmi diverse volte. Ci vuole supporto e aiuto. Siamo donne e mamme, non super eroi», ha scritto. «Le donne vengono sempre lasciate sole e questo è un problema grandissimo», sostiene l'influencer che ha dimostrato più volte la sua sensibilità verso il tema della violenza contro le donne e della maternità. 

Neonato morto soffocato dopo il parto, il medico: «Il Rooming in non può essere imposto: va fatto solo in condizioni sicure»

Ultimo aggiornamento: 13:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci