Cerciello, Finnegan intercettato in cella: «Cerciello e Varriale mostrarono i distintivi»

Cerciello, Finnegan intercettato in cella: «Cerciello e Varriale mostrarono i distintivi»
Il vicebrigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega e il suo collega Andrea Varriale la notte del 26 luglio scorso a Roma mostrarono ai due studenti americani Lee Elder Finnegan e Gabriel Christian Natale Hjorth i tesserini di riconoscimento. La conferma arriva dallo stesso Finnegan in una intercettazione, citata in una informativa dei carabinieri, di un colloquio intercoso tra il ragazzo, il padre e Michael Craig Peters, consulente legale americano, il 2 agosto scorso nel carcere romano di Regina Coeli. «Quando ci hanno fatto vedere velocemente i distintivi o qualcosa del genere», dice il ragazzo americano.

Cerciello, chiesto giudizio immediato per i due americani

Cerciello, le donazioni de Il Messaggero consegnate alla vedova: raccolti 55 mila euro

 




Del colloquio ne scrivono oggi Il Tempo e la Repubblica. Dopo quella rivelazione interviene Graig invitando 
Finnegan a «rimanere calmo». «Attieniti alla tua dichiarazione - gli dice - ripassala punto per punto, ricordatela. Non ci deve preoccupare la tua dichiarazione... durante l'interrogatorio... questo non lo puoi dire. È successo e basta».

E ancora: «Tu non hai visto niente», facendo riferimento ai tesserini di riconoscimento. Un invito non del tutto assecondato dal giovane americano che raccontando quanto avvenuto in una strada del quartiere Prati afferma: «ho visto due sbirri. Uno di cui più basso. Erano rivolti nella direzione opposta. Sono venuti dietro a noi, alle nostre spalle. E la macchina militare era qui».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 19 Novembre 2019, 14:28






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Cerciello, Finnegan intercettato in cella: «Cerciello e Varriale mostrarono i distintivi»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2019-11-19 15:52:04
«Tu non hai visto niente».. . Beh è dopotutto il consulente legale (americano) del "bravo giovane". Ottimo esempio di come la verità (nient'altro che la verità), lì (in America), dovrebbe essere la punta di diamante dell'eccelso faro di valori su cui fondano la (loro) "democrazia" pretendendo di estenderla pure al resto del mondo: dal comune cittadino, ancorché dell'apparato politico e su su, sino ad arrivare al presidente U.S.A. ..
2019-11-19 14:42:46
Quindi ? Vedete che state bene dove siete. Vi auguro una lunga permanenza.