Roma, carabiniere ucciso a coltellate. Due giovani fermati: uno confessa

PER APPROFONDIRE: carabiniere, carabinieri, ladri, prati, roma
Roma, carabiniere ucciso: due fermati
Uno confessa: «Sono stato io»

di Elena Panarella

Un carabiniere di 35 anni, Mario Rega Cerciello, vicebrigadiere, è stato ucciso a Roma mentre tentava di fermare due rapinatori che avevano derubato una donna. L'episodio è avvenuto in pieno centro a Prati. La vittima era stata borseggiata verso sera in una strada centrale. Subito dopo il colpo ha chiamato il proprio telefonino per cercare di recuperare almeno la borsa con i documenti e le chiavi di casa. A rispondere, però, sono stati proprio i due balordi che hanno tentato di estorcere alla donna un po' di soldi.

 

Ma all'appuntamento fissato dai due poco lontano dal luogo del borseggio, in via Pietro Cossa, la vittima è andata accompagnata dai carabinieri. Una volta iniziato lo scambio, i militari sono intervenuti per tentare di bloccare i due nordafricani, probabilmente magrebini. Ne è nata una feroce collutazione. Uno dei malviventi, per tentare la fuga, ha estratto un coltello colpendo più volte uno dei militari. Il carabiniere si è accasciato a terra, mentre un collega, anch'egli ferito, tentava inutilmente di fermare i banditi.

Immediato l'intervento di altre pattuglie e dell'ambulanza. Il vicebrigadiere, trasportato d'urgenza al Santi Spirito, è morto poco dopo il ricovero. Almeno sette i fendenti che lo avrebbero colpito, uno dei quali vicino al cuore.

Il ministro dell'Interno Matteo Salvini ha subito twittato la notizia: «Caccia all’uomo a Roma, per fermare il bastardo che stanotte ha ucciso un Carabiniere a coltellate. Sono sicuro che lo prenderanno, e che pagherà fino in fondo la sua violenza: lavori forzati in carcere finché campa».
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 26 Luglio 2019, 08:59






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Roma, carabiniere ucciso a coltellate. Due giovani fermati: uno confessa
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 136 commenti presenti
2019-07-29 08:24:14
abbiamo buone premesse "non sapevo fosse un militare (e allora possiamo ammazzare chi vogliamo)" e "uso di psicofarmaci (libero perche' incapace di intendere e volere)"
2019-07-27 11:34:12
Tutti che parlano, tutti che pontificato, tutti giudici nessuno (neanche gli inquirenti) ha l'esatta dinamica di quello che e' accaduto. E smetterla di fare i tifosi pro e contro Salvini/PD sarebbe utile no ?
2019-07-27 10:09:09
ORA MI DOMANDO E DICO , MA COME FA UN CARABINIERE CHE DEVE ESSERE NECESSARIAMENTE ARMATO ESSENDO IN SERVIZIO A FARSI ACCOLTELLARE DA UN DROGATO ? FOSSE SUCCESSO IN AMERICA QUEL TIPO CHE SI E' ACCUSATO DELL'OMICIDIO NON AVREBBE NEMMENO FATTO IN TEMPO A METTERE LE MANI IN TASCA CHE GIA' LO AVREBBERO STESO SECCO , MA NOI SIAMO TUTTI BUONISTI E SE IL NOSTRO POVERO AGENTE AVESSE SPARATO AVREBBE PASSATO LE PENE DELL'INFERNO CON LA MALEDETTA GIUSTIZIA ITALIANA , MEDITIAMO GENTE MEDITIAMO .SENNO' PER NOI E' FINTA.
2019-07-27 09:45:33
i magrebba c'entrano eccome. L'americano era stato bidonato con droga fasulla e pensava che il povero carabiniere fosse uno di quelli che l'avevano fregato. Così sembra. Cmq in queste vicende al 90% ci sono sempre di mezzo
2019-07-27 12:00:48
Quindi ,è sempre colpa dell'uomo nero ? Rileggiti il lupo e l'agnello di Esopo. Anche se l'uccisore avesse creduto che il carabiniere fosse il diavolo in persona, questo non sposta di una virgola la sua colpa ! Ma stiamo scherzando ?