Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Morta Antonella Rocchi, giornalista di Rtl 102.5: si è spenta a 51 anni dopo una lunga malattia

Voce storica della redazione radiofonica

Lunedì 8 Agosto 2022
Morta Antonella Rocchi, giornalista di Rtl 102.5: si è spenta a 51 anni dopo una lunga malattia

È morta oggi Antonella Rocchi, giornalista della redazione di RTL 102.5. Aveva 51 anni e si è spenta dopo una lunga malattia. RTL 102.5, con Radio Zeta, RadioFreccia e RTL 102.5 Play, esprime profondo cordoglio e vicinanza alla sua famiglia, in particolare al marito Massimo e ai figli Matteo e Arianna.

«Il suo percorso con noi è stato lungo e fruttuoso - ricorda l'editore Lorenzo Suraci -. Nel lavoro ha sempre dimostrato professionalità e umanamente grande spessore e garbo. Era un volto noto ai nostri ascoltatori e per salutarla e ricordarla oggi le abbiamo dedicato un notiziario. In questi quattro anni ha sempre seguito con passione il percorso della radio e dei colleghi nella speranza di poter tornare».

La carriera

Antonella Rocchi era nata a Milano il 30 maggio 1971. Come scritto nella sua area bio sul sito di Rtl, Antonella aveva lavorato prima nella redazione spettacoli di Mediaset, per poi passare nella redazione di "In giallo 4", un programma di cronaca condotto da Donatella Raffai. Nel 2000 era approdata a RTL 102.5, da dove non è più andata via e dove ha lavorato come giornalista fino alla malattia.

 

Una persona innamorta della vita e dinamica, questo quanto emerge dalla descrizione del suo profilo: «Vorrebbe riuscire a conciliare lavoro e famiglia e vedere quanto più possibile del mondo. Per Antonella è emozionante scoprire qualcosa di nuovo: le piccole cose di tutti i giorni che non conosce sono le scoperte più piacevoli!»

Ultimo aggiornamento: 9 Agosto, 08:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci