Aggredito dal proprio cane, 70enne in gravi condizioni

PER APPROFONDIRE: aggressione, cane, ferito, morso, padrone, velletri
Aggredito dal proprio cane, 70enne in gravi condizioni

di Ermanno Amedei

Un 70enne di Velletri è ricoverato in gravi condizioni in ospedale ai Castelli a causa delle ferite riportate dai morsi del suo cane. L’aggressione è avvenuta in casa, in una villetta in via degli Oleandri mercoledì pomeriggio quando l’animale, meticcio incrocio di razze tra Schnauzer e Spinone, che viveva con la famiglia da 8 anni, si è avventato contro l’anziano padrone mordendolo ripetutamente e causando gravi lacerazioni alle braccia, al torace e al volto. Forse la reazione dell'animale potrebbe essere stata innescata dalla presenza in casa di un altro cucciolo. Una furia incontrollata che ha costretto i parenti dell’uomo a chiamare, oltre ad una ambulanza, anche i carabinieri.
 
 


Sul posto sono arrivati i militari della radiomobile di Velletri che hanno permesso ai sanitari di soccorrere l’anziano in sicurezza, e anche i veterinari della Asl che dopo aver immobilizzato l’animale lo hanno trasportato al canile municipale di Velletri dove resterà sotto osservazione per 10 giorni. Il 70enne, invece, è stato trasportato d’urgenza al Noc dove i medici di chirurgia hanno ricucito le profonde lacerazioni e sottoposto l’uomo a delle trasfusioni di sangue per compensare le gravi perdite ematiche. Le sue condizioni, però, restano gravi a causa della forte febbre che lo ha assalito sintomo di violente infezioni in corso. Per questo si sta valutando la necessità di sottoporre il 70enne a sessioni di camera iperbarica.   
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 25 Giugno 2019, 12:22






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Aggredito dal proprio cane, 70enne in gravi condizioni
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-06-26 00:23:58
Molti anni fa, dalle parti di Ascoli, un uomo teneva un dobermann (mi pare) di guardia a un suo magazzino, addestrato ad azzannare al basso ventre eventuali intrusi. Un giorno, forse per la vecchiaia, forse impazzito per il lungo tempo trascorso al chiuso, fatto sta che il cane assali' il padrone stesso. L'uomo sopravvisse, ma suppongo che in seguito sia passato ad uno stile di vita pressoche' monastico (salvo perversioni)