«Multata ma non sono mai stata a Roma»: ticinese in guerra contro il Comune

PER APPROFONDIRE: auto, campidoglio, parcheggio, roma, svizzera
«Mi hanno fatto la multa ma non sono mai stata a Roma»: ticinese in guerra contro il Campidoglio

di Giampiero Valenza

E' guerra contro il Comune di Roma. Tanto che alla domanda “sarebbe disposta a pagare, pur di avere la pace?”, lei risponde categorica: “No, è una questione di principio, una persona onesta che non ha fatto niente non vedo perché debba pagare una multa”. A raccontare la sua storia alla trasmissione tv “Patti chiari” della Televisione svizzera italiana, è Morena Ferrari, ticinese. E’ lei ad avercela con il Campidoglio che la sta cercando per una parcheggio non pagato ma, a quanto dice, mai avvenuto.

A 91 anni con il fuoristrada sulla pista, sciatori nel panico. «Volevo andare al ristorante»

Racconta come a settembre 2016 abbia ricevuto una lettera del Dipartimento delle risorse economiche del Campidoglio con una multa per un parcheggio non pagato.
“Il problema - spiega - è che io a Roma non ci sono stata a gennaio come dicono loro. Anzi, non ci sono stata mai in tutta la mia vita”. Il Comune, invece, contesta il parcheggio di una sua auto, un Doodge, in via Alberico II. Modello di auto che lei non ha mai posseduto (ha una Subaru). “Mi è venuto un mezzo colpo perché erano 116 euro - aggiunge parlando della contravvenzione - Mi hanno mandato la multa ad agosto, ben oltre i 60 giorni, senza aver mai ricevuto l’avviso di multa”. E la sanzione iniziale, raccontano in tv, era di 'soli' 28 euro. 

Morena non si ferma qui e cerca di spiegare come lei non abbia colpe. “Facendo il ricorso la prima cosa che mi ha detto l’avvocato è stata di fare attenzione a uscire per i prossimi 6 mesi dal confine. Quindi per 6 mesi la mia libertà è stata limitata”, dice.

Passato il semestre arriva a casa, in Svizzera, la nuova intimazione da parte della società di riscossione che fa lievitare la sanzione a 217,82 euro. Così fa un nuovo ricorso alla Prefettura di Roma. “Fino ad oggi - racconta - non ho ricevuto nessuna risposta, né io né il mio avvocato. Questa è una cosa che a me fa incavolare. Mandami anche a quel Paese, ma rispondi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 18 Marzo 2019, 19:51






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Multata ma non sono mai stata a Roma»: ticinese in guerra contro il Comune
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2019-03-19 19:27:09
Non e' certo un caso isolato. Per quel che ricordo, sono sempre multe appioppate a Roma o a Napoli, o comunque da quelle parti.
2019-03-19 16:27:20
Se non mi sbaglio il sindaco di Roma non appartiene al movimento 5 stelle? Quel movimento che prima di occupare le poltrone del potere andava per le strade al grido di onesta', onesta? Beh. allora la sindaca la tiri fuori questa onesta' tanto urlata a squarciagola, con le canne gonfie, e non lasciare che i suoi burocrati facciano delle stupidaggini, senza intervenire.
2019-03-19 16:07:54
A volte si e' servi di chi legge distrattamente...Poi dopo ave rotto le scatole, quando ammettono la svista ...per loro e'sempre un apeccatuccio veniale, ciavevo er occhiale affumecato.Pero'ce proveno e riproveno.
2019-03-19 14:53:20
Punto 1° siamo in Italia paese della burocrazia esponenziale. 2° I Dirigenti in italia non rispondono mai: sono una casta intoccabile una via di mezzo tra padreterno e Renzi! 3° Non paghi come tutte le risorse che manteniamo!
2019-03-19 16:13:57
E poi "essendo cittadina Svizzera" è Extracomunitaria