Razzismo, sondaggio Swg: il 55% degli italiani giustifica atti

PER APPROFONDIRE: razzismo, sondaggi, swg
Razzismo, sondaggio Swg: il 55% degli italiani giustifica atti
Il 55% degli italiani giustifica atti di razzismo. E' il risultato di una ricerca condotta nei mesi scorsi da Swg e presentata ieri. «Non si può dire che il razzismo sia in crescita, ma i dati illustrano una diminuzione, un affievolimento degli anticorpi», ha sottolineato Enzo Risso, direttore scientifico di Swg, illustrando nel corso del convegno Metamorfosi organizzato da Huffpost la ricerca secondo cui «il 45% degli italiani è contro ogni atto di razzismo, mentre il 55% in qualche modo, anche con molti distinguo, alla fine li giustifica».

Crozza, l'attacco a Salvini nel monologo sul razzismo

Nel sondaggio si chiedeva agli intervistati se sono sempre e costantemente da condannare gli atti razzisti, o se sono sempre giustificabili, con in mezzo due condizioni intermedie. «Negli ultimi 10 anni la disponibilità a giustificare atti razzisti è aumentata. Prima del 2010 la maggioranza non giustificava mai, oggi il dato si è invertito»

«Il caso Segre ha portato alla luce una realtà, c'è una minoranza che sta alzando la testa rendendosi conto che è consentito dire o fare certe cose - ha osservato Risso, ospite del convegno organizzato da Huffpost in collaborazione con Gedi, ospitato dalla Fondazione Giangiacomo Feltrinelli a Milano -. È un quadro preoccupante perché il dato cresce all'interno dei segmenti sociali più bassi, mentre trova maggiore opposizione fra i giovani della 'generazione Z', dove pure ci sono pulsioni razziste e antisemite minoritarie».
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 11 Novembre 2019, 15:26






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Razzismo, sondaggio Swg: il 55% degli italiani giustifica atti
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2019-11-11 23:34:44
…….una volta c'era la goliardia irriverente….finita o proibita o meglio "giustizia" dal '68 e particolarmente dal "political correct".....la gente si diverte e sbeffeggia …..con quel che puo'…..!.....ma dire razzismo...ce ne corre….basta vedere i matrimoni ,le unioni miste...il lassismo imperante, etc, etc….!
2019-11-11 21:08:19
Ecco, questo è il pensiero di molti, avete capito? O fate a finta di negare l'evidenza
2019-11-11 19:02:22
Una FONDAZIONE deicata a GIANGIACOMO FELTRINELLI??????....basterebbe questo....
2019-11-11 18:47:19
Allora ad Alessandria una zelante consigliera Pd assiste a questa scena: una signora sui 60 in bus rifiuta di cedere il posto ad una bambina perché sul sedile ci ha piazzato la borsa della spesa. Scena già vista? Io sì, e almeno da quarant’anni e fischia (quando prendevo io il bus o i treni per studio o recentemente per lavoro). La vecchia è certamente incivile (direi anca st...nsa) ma ... attenzione! La bimba è nera!! Quindi scatta automaticamente l’accusa!! La signora (badate bene) non dice nulla che sia attinente al colore (dice semplicemente “eh no qui non ti siedi”) ma “certamente è per quello”. La consigliera scende dal bus e si mette addirittura a piangere, poi posta tutto sui social. Ovviamente tutto uno sdegno, tutta una indignazione. Tra una settimana anche sta fia avrà la scorta, mentre l’unica emergenza è sul grado di raziocinio di chi si beve laqualunque.....aggiungo che i tanti extra che entrano nei bus, treni o che per strada colpiscono a caso, quelli non rientrano nella casistica.... Che ipocrisia
2019-11-11 18:42:08
Il problema e' che "razzista" sta diventando un'etichetta infamante da appioppare a chi non ha idee "politicamente corrette", come lo era "fascista" qualche decennio fa.