Pazza del negoziante 50enne, entra nel locale in minigonna e tacchi a spillo e si spoglia

PER APPROFONDIRE: negozio, sexy, spillo, tacchi
Pazza del negoziante 50enne, entra nel locale in minigonna e tacchi a spillo e si spoglia
PORTO SANT’ELPIDIO - Bella donna in minigonna e tacco 12 si spoglia in negozio davanti al titolare e tenta di aggredirlo. Sono intervenuti carabinieri e ambulanza 118 della Croce Verde, in un secondo momento è arrivata anche la polizia municipale perché sembrava necessario il trattamento sanitario obbligatorio per la donna. Solo all’ultimo minuto la sorella della signora inferocita è riuscita a prenderla e portarla via, evitandole il ricovero in ospedale.


La scena ha richiamato l’attenzione di residenti e negozianti della via e la protagonista dell’aggressione non è nuova a questi episodi. I contorni della vicenda sono ancora poco chiari ma la lite tra i due, sfociata nell’aggressione e nel tentativo della donna di denudarsi, sarebbe dovuta alla gelosia da parte di lei a quanto pare invaghita dal negoziante. Di sicuro è stata un’ora di passione ieri pomeriggio per l’uomo, un negoziante, sulla cinquantina dall’aspetto curato e attraente. Mentre era al lavoro nel suo negozio, è entrata lei. Sulla trentina, vestita di tutto punto. 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 20 Febbraio 2019, 11:08






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Pazza del negoziante 50enne, entra nel locale in minigonna e tacchi a spillo e si spoglia
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 17 commenti presenti
2019-02-21 15:10:26
Non ci credo.
2019-02-21 12:41:23
... vado subito ad aprire un negozio.. anzi due..
2019-02-21 07:36:43
Dipende dagli accessori , se come collana sulle nudita' porta una catena o tiene in mano un lucido tirapugni cromato punk, , o un coltello, meglio chiamare le forze pubbliche e proteggersi. Accadde decenni fa scena analoga in un bar...la signora in desabille'pretese un cappuccino e verso'lo zucchero abbondantemente e rimescolo'con la punta di un coltello che teneva infilato nella cinta di un mini tanga.Il barman disse che lo offriva la ditta e la signora se ne ando' contenta.Chi la conosceva nel quartiere come persona con turbe , sapeva come rabbonirla.Alla sera davanti alla porta dell'appartamentino della signora si ammassavano uomini che entravano ed uscivano soddifatti mormorando"ma e'gratis, non vuole niente.."..ovvero . approfittavano dello stato di confusione mentale .
2019-02-21 00:34:31
Quando avevo un negozio, mi è capitato un sacco di volte. Alla fine la soluzione più pratica è andare 5 minuti nel retrobottega per soddisfare le esigenze della Cliente. Poi si mettono in chiaro le cose, e nella maggioranza dei casi non si ripresentano, non con quei modi almeno.
2019-02-21 12:05:38
mi sembra una fantasia gia' ben rappresentata da Alvaro Vitali nei film di Pierino. Mi immagino quest'orda di donne tutte desiderose di vivere un'esperienza indimenticabile da 5 minuti nel retrobottega. Il sogno di tutte le donne, immagino.