La sua auto distrutta dall'aereo caduto a San Donato: l'azienda in cui lavora gliene regala un'altra Video

Martedì 12 Ottobre 2021
Cremona, auto di un magazziniere rimane coinvolta nell'esposione dell'incidente aereo del 3 ottobre: il titolare gliene compra una nuova
3

La sua auto è stata distrutta dall'esplosione causata dall'aereo precipitato nove giorni fa a San Donato Milanese, ma l'altro ieri il suo datore di lavoro ha deciso di regalargliene una nuova. Al centro dell'episodio Ibrahim Kamissoko, 27 anni, originario del Mali, arrivato in Italia sette anni fa a bordo di un barcone, e il proprietario del Maglificio Ripa di Spino, Luca Bianco.

La storia

Dopo la tragedia dello scorso 3 ottobre, che ha causato la morte di otto persone tra cui un bambino, Ibrahim Kamissoko, dipendente magazziniere di un maglificio di Spino D'Adda, in provincia di Cremona si era trovato in grande difficoltà perché impossibilitato a raggiungere la fabbrica. Subito è scattata una gara di solidarietà per risarcire o dare una mano anche a livello economico al giovane per ricomprare l'auto. Poi il gesto imprevisto del proprietario dell'azienda Luca Bianco, che con la moglie Elena ha fatto recapitare un'auto, modello Renault Clio, direttamente in fabbrica durante il turno di lavoro di sabato di Ibrahim.

Anche i colleghi hanno partecipato alla gara di solidarietà

I colleghi del magazziniere 27enne hanno invece provveduto al pagamento delle spese necessarie a coprire l'assicurazione e il bollo dell'auto. Il tutto all'oscuro di Ibrahim Kamissoko, fino alla consegna del mezzo in ditta lo scorso sabato.

 

La scoperta

I colleghi hanno portato Ibrahim davanti ad un’auto coperta con un telo. «È tua», gli hanno detto. Lui stentava a crederci. «Ma che cos’è?», «Mamma mia, no! Non ci credo!» ha esclamato con la testa fra le mani e le lacrime trattenute a stento.

 

La dedica

Poi, fra gli applausi, il giovane ha scoperto la sua nuova Renault Clio. I colleghi gli hanno voluto anche dedicare un pensiero: «Hai avuto il coraggio di lottare - si legge in un passo del messaggio, -, di cadere e di rialzarti ogni volta che la vita ti ha messo a dura prova, mai un lamento con nessuno, sempre sereno e sorridente. La tua disponibilità è impagabile con tutti. È per questo che tutti noi, in questo momento in cui la vita ti ha giocato un brutto scherzo, abbiamo deciso di aiutarti. Con tutto il nostro affetto».

Ultimo aggiornamento: 13 Ottobre, 08:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA