Coronavirus, a Vasto in isolamento una ragazza tornata da Padova. Il sindaco: «Niente allarmismi»

Sabato 22 Febbraio 2020
Coronavirus, a Vasto una ragazza in isolamento: era appena tornata da Padova

Sospetto caso di coronavirus in Abruzzo. Una ragazza di 17 anni, che ha riferito di essere di ritorno da Padova, dove ha trascorso un soggiorno dal 3 al 16 febbraio, si è presentata spontaneamente, accompagnata da un familiare con mezzi propri, nel primo pomeriggio di oggi al pronto soccorso dell'ospedale di Lanciano, accusando tosse e febbre. Lo comunica la Regione Abruzzo.

LEGGI ANCHE Coronavirus, a Torino 40enne contagiato. «Non è focolaio piemontese, ma lombardo»
LEGGI ANCHE Coronavirus, a Casalpusterlengo strade deserte e messaggi audio: «Non uscite da casa»

A scopo precauzionale, i sanitari ne hanno disposto il trasferimento all'ospedale di Vasto, dove sarà trattenuta in isolamento nel reparto di malattie infettive in attesa dei risultati del tampone per il Covid19 (i campioni sono stati inviati al laboratorio di riferimento di Pescara), che dovrebbero arrivare nel corso della nottata. Le sue condizioni generali non destano preoccupazione e non presenta particolari problemi respiratori.

Invita la cittadinanza a non creare allarmismi il sindaco Francesco Menna, in merito al ricovero avvenuto nella tarda mattinata di una ragazza di 17 anni con tosse e febbre nel reparto infettivi dell'ospedale di Vasto, trasferita dal pronto soccorso dell'ospedale di Lanciano. Il sindaco di Vasto sottolinea come «per escludere o confermare il contagio con il Coronavirus sarà necessario attendere i risultati dei prelievi». Menna infine ricorda che per ogni informazione è a disposizione degli utenti il numero unico nazionale 1500, oppure quello della Asl Lanciano- Vasto-Chieti 800860146.

Ultimo aggiornamento: 19:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA