Coronavirus, presi d'assalto i supermercati: scaffali svuotati e risse

Lunedì 24 Febbraio 2020
foto

Scaffali vuoti, carrelli pieni, persino qualche litigio per accaparrarsi l'ultima confezione di acqua: è stata una domenica d'assalto ai supermercati, a Milano e in Lombardia, dopo che la Regione ha deciso di chiudere scuole e posti di ritrovo per l'emergenza coronavirus. Letteralmente presi d'assalto e svuotati i supermercati nel Milanese, nel Lodigiano e nel Piacentino. Sia la Confcommercio che i sindaci delle aree coinvolte sono dovuti intervenire per tranquillizzare la popolazione. «Piuttosto che pensare di correre ai supermercati ad accaparrarsi alimenti, cerchiamo di spendere del tempo per prenderci cura di coloro che sono più gracili, i nostri anziani in particolare che sono soggetti al rischio. Questo è quello che fa una società sensibile e matura». Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, si è rivolto ai cittadini con un messaggio video sulla sua pagina Facebook, parlando della psicosi che si è scatenata in città in seguito ai contagi da Coronavirus, che ha portato la gente ad assaltare i supermercati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA