Nerola, emergenza coronavirus: tamponi e analisi sulla popolazione

(foto Davide Fracassi/Ag.Toiati)

Nel comune di Nerola, che da alcuni giorni e fino al prossimo 8 aprile è zona rossa, in base a una ordinanza regionale, a seguito di un picco di contagi nel territorio, è in atto un'attività interforze realizzata tramite coordinamento continuo, a cui partecipano il commissariato Fidene Serpentara, la Compagnia dei carabinieri di Monterotondo, l'Esercito italiano, la Polizia locale, il direttore della Asl Roma 5 ed il sindaco del paese. 

Al via oggi il progetto - strutturato con l’ospedale Spallanzani, la Regione Lazio e l’Ordine dei Medici - che consentirà di somministrare i tamponi per rilevare il COVID-19 a domicilio nella zona rossa di Nerola. Personale professionale di OSA, a bordo dei camper attrezzati e medicalizzati di Nontiscordardimé, per una missione solidale e difficile. 
Presidente, Direttore Sanitario, medici, infermieri e operatori sanitari di buon mattino nella sede centrale di OSA a via Volumnio. 

Coronavirus, Spallanzani: «Otto positivi meno di ieri, 161 tra dimessi e a casa»