Coronavirus Italia, il bollettino: 412 nuovi casi (+153), 6 morti. Sicilia regione più colpita

Martedì 11 Agosto 2020
Coronavirus Italia, il bollettino

Coronavirus Italia, il bollettino di oggi, 11 agosto 2020. Salgono i contagi da  coronavirus in Italia: sono 412  i nuovi casi registrati in un giorno, secondo i dati del ministero della Salute, mentre ieri erano stati 259. Complessivamente sono 251.237 le persone che hanno contratto il virus. In lieve aumento il numero delle vittime: 6 in più che portano il totale a 35.215, mentre lunedì l'incremento era di 4. Solo 2 le regioni senza nuovi casi - Valle d'Aosta e Molise - mentre i maggiori incrementi si registrano in Sicilia (+89), Lombardia (+68) e Veneto (+65).

LEGGI ANCHE Coronavirus, 11 in quarantena in Versilia dopo la serata in discoteca: attesa tamponi

LEGGI ANCHE Coronavirus, 64 migranti positivi a Pozzallo. L'assessore: «La Sicilia non lo merita»


I dati delle Regioni


Lazio

Oggi registriamo 23 casi e zero decessi» per coronavirus. Così l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato. «Di questi - aggiunge - 4 provengono dal Cas Mondo Migliore di Rocca di Papa (Asl Roma 6) e 10 casi sono casi di importazione o riguardano giovani di rientro dalle vacanze: tre i casi di rientro da Albania, tre i casi da India, un caso da Ibiza e uno da Corfù, un caso da Svizzera e un caso da Romania».

LEGGI ANCHE Bollettino virus Lazio: oggi 23 nuovi contagi, dieci di importazione. Allerta al Cas Rocca di Papa


Lombardia

Nelle ultime 24 ore in Lombardia non si sono registrati decessi di persone positive al coronavirus. Si tratta del quarto giorno consecutivo senza morti, che dall'inizio della pandemia nella regione sono stati 16.833. Secondo i dati di Regione Lombardia, i nuovi casi positivi sono 68, di cui 9 'debolmente positivì e 10 a seguito di test sierologico. I tamponi effettuati ieri sono stati 4.537, totale complessivo di 1,38 milioni dall'inizio della pandemia.
LEGGI ANCHE Coronavirus Lombardia, aumentano ricoverati: +10 nelle ultime 24 ore


Veneto

Sono 26 i nuovi casi positivi al coronavirus riscontrati in Veneto nelle ultime 24 ore, che portano a 20.741 i contagi dall'inizio della pandemia in regione. Con gli attuali positivi che si attestano a 1.300 unità Non si contano nuove vittime. Stabile la situazione negli ospedali, con 118 ricoverati in area non critica, mentre è invariata nelle terapie intensive con 9 ricoverati.


Emilia Romagna

Dall'inizio dell'epidemia da coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 30.179 casi di positività, 19 in più rispetto a ieri, di cui 13 sintomatici. Dei 19 nuovi casi, più della metà (10) erano già in isolamento al momento dell'esecuzione del tampone, poiché individuati nell'ambito di focolai già noti. I 7 asintomatici sono stati individuati grazie al tracciamento dei contatti (3 casi), ai test sulle categorie lavorative più a rischio (2) e ai controlli regionali di screening (1 caso). Nel complesso, sono in totale 7 i positivi collegati a vacanze o rientri dall'estero: per chi viaggia dai Paesi extra Schengen la Regione ha già previsto due tamponi naso-faringei durante l'isolamento fiduciario, e sono in arrivo ulteriori misure preventive per chi ritorna dai paesi, anche europei, dove i contagi sono più in crescita.

Tampone per tutti coloro che rientrano in Emilia-Romagna da Spagna, Grecia e Malta: avranno l'obbligo di segnalarsi immediatamente ai Dipartimenti di Sanità Pubblica delle rispettive Ausl di residenza. Il tampone andrà fatto entro le 24 ore dal rientro; se l'esito sarà negativo, non scatteranno provvedimenti di quarantena. E, in sintesi, quanto prevede un'ordinanza che verrà firmata domani dal presidente della Giunta regionale, Stefano Bonaccini. Per quanto riguarda invece i rientri dalla Croazia, vale quanto stabilito dall'ordinanza 144 per i Paesi extra Schengen:l'obbligo di autodichiararsi, ai fini dell'autoisolamento di 14 giorni, al Dipartimento di Sanità Pubblica competente che provvederà ad organizzare l'esecuzione dei due tamponi previsti. All'interno dell'ordinanza, ci sarà anche il protocollo sulle badanti, su cui la Regione si è confrontata con i sindacati.


Piemonte

Per il terzo giorno consecutivo non si registrano decessi di persone positive al coronavirus in Piemonte, dove nelle ultime 24 ore sono segnalati 26 nuovi contagi, 14 dei quali importati e venti asintomatici. Dall'inizio della pandemia, i decessi restano dunque 4.136, mentre i contagi salgono a 31.914. Lo rende noto l'Unità di crisi regionale, che registra anche 28 nuovi guariti, per un totale di 26.332 piemontesi che hanno sconfitto il virus dall'inizio dell'emergenza. Altri 624 sono in via di guarigione. I ricoverati in terapia intensiva sono sempre tre, come negli ultimi giorni, quelli non in terapia intensiva 85 (-2). Le persone in isolamento domiciliare sono 734. I tamponi diagnostici finora processati sono 524.849, di cui 288.029 risultati negativi.


Toscana

In Toscana sono 10.674 i casi di positività al coronavirus, 22 in più rispetto a ieri (20 identificati in corso di tracciamento e 2 da attività di screening). I nuovi casi sono lo 0,2% in più rispetto al totale del giorno precedente ed hanno un'età media di circa 38 anni. I guariti crescono dello 0,1% e raggiungono quota 9.002 (84,3% dei casi totali). I test eseguiti hanno raggiunto quota 454.393, 2.972 in più rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono oggi 535, +3,3% rispetto a ieri. Oggi non si registrano nuovi decessi. Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale - relativi all'andamento dell'epidemia in regione». Lo comunica la Regione Toscana.


Campania

Si conferma il trend di crescita dei contagi da Covid 19 in Campania. Ieri, secondo i dati aggiornati alla mezzanotte scorsa dall'Unità di crisi della Regione, sono stati rilevati 23 nuovi positivi su 1.142 tamponi; un dato in linea con l'incremento già fatto segnare il giorno prima, domenica, quando i positivi erano stati 14 su 741 tamponi. Il bollettino relativo a ieri segnala anche un ulteriore decesso, per il secondo giorno consecutivo, con il totale vittime che si attesta a 440. Sempre ieri sono stati dichiarati guariti 18 ammalati, portando il dato complessivo a 4.272.


Sardegna

In Sardegna ci sono 20 nuovi casi di Covid-19, 12 nella provincia del Sud Sardegna e 8 nel sassarese. Salgono così a 1.461 i casi di positività complessivamente accertati dall'inizio dell'emergenza. Resta invariato il numero delle vittime, 134 in tutto. I pazienti ricoverati in ospedale sono 6, nessuno in terapia intensiva, mentre 76 sono le persone in isolamento domiciliare e 1.245 i guariti. Dei 1.461 casi positivi, 271 sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 147 (+12 rispetto al dato di ieri) nel Sud Sardegna, 61 a Oristano, 84 a Nuoro, 898 (+8) a Sassari. Finora sono stati eseguiti 114.271 tamponi.
 

Puglia

«Grecia, Malta, Spagna sono Paesi con alta circolazione virale in questo momento. Per questa ragione sto per emanare un'ordinanza che dispone, a partire da domani l'obbligo di isolamento fiduciario di 14 giorni per chi rientra in Puglia nella propria abitazione da Grecia, Malta e Spagna». Lo annuncia il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano. L'obbligo di quarantena di 14 giorni per i residenti in Puglia che rientrano da Grecia, Malta e Spagna si aggiunge all'obbligo di quarantena già previsto dalle leggi nazionali per numerosi Paesi esteri. «Vi ricordo - prosegue - che rimane l'obbligo per tutti coloro che arrivano da altre regioni italiane e da tutti i Paesi esteri di autosegnalarsi». Per coloro che si autosegnalano si attiva la sorveglianza attiva da parte dei Dipartimenti di prevenzione delle Asl.
 

Ultimo aggiornamento: 20:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA