Coronavirus, tute e mascherine sparite all'ospedale di Chieti: scatta l'inchiesta

Giovedì 27 Febbraio 2020 di Alfredo D'Alessandro
Scatta l'inchiesta sulla sparizione di tute, maschere e mascherine chirurgiche dal policlinico di Chieti, ovvero di tutti i dispositivi di protezione dal Coronavirus: ieri mattina, dopo la denuncia presentata in Procura dal dg dell'Asl Thomas Schael, la Squadra Mobile è stata in Oncologia e alla direzione sanitaria. Non ci sono telecamere nei reparti in cui si è verificato l'ammanco e dunque niente immagini, ma sarebbero stati prelevati i cartellini delle presenze e altri documenti per ricostruire i movimenti dell'ultima settimana. Ma la Asl, che nel frattempo ha ordinato nuovi dispositivi per rimpiazzare quelli spariti (spesa circa 6.000 euro) nel frattempo ha dovuto chiedere d’urgenza alla Protezione Civile mille maschere poiché la farmacia è sguarnita e nel reparto infettivi ci sono malati (non di coronavirus) che vanno trattati con le protezioni facciali. La Asl, poi, invita i donatori a fidarsi dei centri di raccolta del sangue poichè non esistono evidenze scientifiche sul rischio di trasmissione del Coronavirus attraverso la trasfusione. © RIPRODUZIONE RISERVATA