Kobe Bryant e il presunto stupro: il Washington Post reintegra la giornalista che ha twittato il vecchio articolo

Mercoledì 29 Gennaio 2020
Kobe Bryant, il Washington Post reintegra la giornalista che twittò l'articolo del presunto stupro

Felicia Sonmez, la giornalista del Washington Post sospesa dopo aver twittato un articolo in cui Kobe Bryant veniva accusato di stupro, è stata reintegrata. La sospensione imposta dai vertici dell'azienda aveva suscitato una forte reazione all'interno del giornale, tanto da spingere il sindacato di redazione a chiederne la revoca con una lettera firmata da 300 colleghi. Tracy Grant, il direttore responsabile del Washington Post, ha definito «intempestivo» il tweet di Felicia Sonmez, ma non contrario alle linee guida sull'uso dei social dalla testata. Contestualmente è stato annunciato che il Washington Post revisionerà il regolamento interno sull'uso dei social, risalente al 2011.

LEGGI ANCHE Kobe Bryant, sospesa giornalista che ha ricordato su Twitter una vecchia accusa di stupro
LEGGI ANCHE Kobe Bryant, identificato il corpo grazie alle impronte digitali

Ultimo aggiornamento: 18:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci