Chiede soldi per agevolare una pratica: noto commercialista a processo

Venerdì 18 Ottobre 2019
2
MOGLIANO - È accusato di aver chiesto a un suo cliente la somma di 5mila euro per cercare di facilitare una pratica edilizia su un terreno che si trova nel comune di Mogliano Veneto. Si è aperto ieri mattina in Tribunale a Venezia il processo a carico di Maurizio Interdonato, 54 anni, commercialista residente a Mestre e docente universitario di diritto tributario all'università di Ca' Foscari. Ieri il giudice monocratico Michela Rizzi, dopo l'ammissione delle prove testimoniali, ha deciso di rinviare l'udienza al 16 luglio del prossimo anno quando la discussione entrerà nel merito.

Interdonato è coinvolto nel processo che è stato aperto a piazzale Roma per un episodio accaduto nel maggio del 2013, a Marghera. Stando a quanto ricostruito dalla Procura lagunare il commercialista avrebbe chiesto a Mauro Longo, imprenditore di Martellago titolare di alcuni terreni a Mogliano, di versargli una somma di 5mila euro a pagamento di una sorta di intermediazione con un pubblico ufficiale (il dirigente dell'ufficio sviluppo economico di Mogliano), per velocizzare l'iter amministrativo e burocratico relativo a un permesso a costruire. I due erano venuti in contatto in relazione a una compravendita di un terreno di proprietà dello stesso Longo. In un secondo tempo ci sarebbe stato l'episodio evidenziato dalla Procura che contesta al commercialista mestrino il reato di traffico di influenze illecite per aver compiuto un atto che risulta in ogni caso contrario ai doveri d'ufficio.

L'imprenditore, costituitosi ieri mattina parte civile in Tribunale, una volta ricevuta la richiesta di soldi si era immediatamente rifiutato di pagare, rivolgendosi appunto al legale e dando la stura all'inchiesta. Ultimo aggiornamento: 22 Ottobre, 17:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci