Polizia locale, regole ferree per le vigilesse: anche per la biancheria intima

Venerdì 21 Giugno 2019
22

PADOVA - Si parla anche di biancheria intima, abbigliamento e acconciature nel nuovo regolamento di polizia locale del comune di Cittadella (Padova), che verrà sottoposto al consiglio comunale per l'approvazione. Introdotte per motivi di decoro e di sicurezza, le novità sul look ricalcano quelle del regolamento comunale approvato nel 2016 a Venezia e riguardano soprattutto le vigilesse: il reggiseno sarà obbligatorio tutto l'anno (anche d'estate) e dovrà avere un colore «neutro», per non risaltare e non creare «turbamento» nei cittadini. Stesso discorso per gli slip. Vietate unghie finte, chiome tinte e tagli «bizzarri», mentre chi ha i capelli lunghi dovrà raccoglierli con code o trecce. Rossetto e trucco saranno consentiti, purché in dosi moderate. Viene richiesta sobrietà anche nella scelta degli occhiali.

Per quanto riguarda gli uomini, infine, sarà obbligatorio curare barba e baffi. «I nostri agenti sono tenuti ad avere un aspetto consono - spiega il comandante Samuele Grandin - Siamo forze dell'ordine a tutti gli effetti, per cui vige un principio militaresco. Chi sceglie questo lavoro deve capire che non siamo un'armata Brancaleone, e per chi non si adegua scatteranno i procedimenti disciplinari». 

Ultimo aggiornamento: 22 Giugno, 20:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci