Tumori alla colonna vertebrale, una nuova terapia li fa regredire

Venerdì 8 Giugno 2018
L'ospedale Sacro Cuore di Negrar dove è stata applicata la nuova terapia
2
VERONA - Remissione del doloreaumento della sopravvivenza per i pazienti con tumore avanzato sono gli obiettivi dell'innovativo trattamento radioterapico per le metastasi alla colonna vertebrale applicato per la prima volta in Europa dalla Radioterapia Oncologica dell'ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar, diretta dal professor Filippo Alongi.

La presentazione ufficiale è avvenuta oggi alla presenza dell'assessore alla Sanità del Veneto, Luca Coletto. Con la nuova terapia sono stati trattati, senza effetti collaterali, finora dieci pazienti. Esso si basa un software - Novalis-Elements Spine SRS - integrato all'acceleratore lineare TrueBeam, in grado di individuare con precisione millimetrica il segmento malato della vertebra. Questo consente di colpire la zona tumorale con alte dosi di radiazioni, avendo come obiettivo lo spegnimento di focolaio di malattia, senza coinvolgere il midollo spinale.

Finora questi pazienti venivano sottoposti a trattamenti radioterapici palliativi a basse dosi di radiazioni con l'unico scopo di eliminare o ridurre il sintomo dolore e di prevenire i cedimenti vertebrali. Il trattamento di precisione ad alte dosi, invece, avendo come obiettivo l'eradicazione della metastasi, può potenzialmente incidere sull'aspettativa di vita del paziente.

La nuova tecnologia potrebbe interessare un ampio numero di pazienti: un terzo delle persone in corso della malattia metastatica presenta un coinvolgimento osseo, il 70% delle quali a livello della colonna vertebrale. La remissione del dolore può avvenire nell'immediato o dopo alcune settimane dalla fine del trattamento.
Ultimo aggiornamento: 16:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche