Arriva il calendario multireligioso:
via i santi e feste non solo cristiane

La presentazione del calendario multireligioso della Caritas

di Silvia Fantinati

ADRIA - Nessun santo, ma tutte le ricorrenze delle varie religioni. E poi volti che celano storie, quelli delle immigrate che vivono a Rovigo, in Polesine, che qui vogliono integrarsi e sentirsi parte di una comunità vasta che abbraccia chiunque senza discriminazioni.



Nasce così il calendario della Caritas della diocesi di Adria e Rovigo, riproposto anche per il 2014 e presentato dal vescovo Lucio Soravito De Franceschi. “Roverso. Ri-conoscersi in città”, mirato a promuovere un anno di pace e di accoglienza, è appunto il calendario interetnico e interreligioso frutto del lavoro delle ragazze che frequentano i corsi di alfabetizzazione “Vivere in Italia”.



Il calendario della Caritas è rivoluzionario perché, come detto, ha tolto i santi del giorno, ma ha aggiunto festività e ricorrenze d'oltre confine: il primo mese dell'anno, per esempio, ricorda sia l'Epifania che il Natale ortodosso.



Leggi l'articolo sul Gazzettino o nell'edizione digitale cliccando qui.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 8 Dicembre 2013, 08:50






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Arriva il calendario multireligioso:
via i santi e feste non solo cristiane
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 32 commenti presenti
2013-12-09 10:39:02
rossana 2 Rossanina bella..mi hai procurato una fitta tipo attacco gastroenterico! Seria sei? Io sapevo che gli piacciono le lasagne (specializzata in ragù subito) ,il tiramisù, ( ho comperato le uova intanto eh?) il calcio ( finito in farmacia) leggere ( pensavo di spedirgli 218 mail ma non ho l\'indirizzo) i massaggi shatzu ( fatto un corso di 35 ore da una cinese...lei dice che devo proprio fare in quel modo e io non mi oppongo,sono diligente e scrupolosa) so che gli piace il mare (corso da sub,e training autogeno per bypassare la fobia dell\'acqua..le squame voglio) gli piacciono le donne (intendo insegnargli che il plurale è cosa brutta e cattiva,che porta sfiga il plurale)....ma c\'ha due anni meno di me il Gabriel...e quindi si tenga i suoi gusti che io penso al trionfo della natura ogni volta che compare in schermo. Però c\'è attinenza...calendario religioso...io atea ma disposta a credere all\'Arcangelo Gabriel...ciao Rossana,grazie mille x il pugnaccio sai? Ero ignara...e manco ti credo sappilo :-)))
2013-12-09 10:17:47
Pinopin Buongiorno pinop, anch\'io sono lieto di ritrovarla. Non dico altro per lo stesso motivo che in passato ci ha spesso impedito di comunicare.
2013-12-09 09:04:58
enricosecondo Per carità, non mi dia titoli che non ho...non sono ne filosofo ne teologo...diciamo che sono due argomenti che mi piacciono e che sto cercando di seguire. Il mio riferimento al laico è riferito alla storia della chiesa, guardata da quel punto di vista, su basi storiche e su fatti storici verificati e confermati. Dire, per esempio, che Napoleone ha devastato centinaia di chiese a Venezia, oppure spiegare il perchè per molti secoli ci sono stati solo papi italiani, sono fatti storici con motivazioni storiche che niente hanno a che fare con spiegazioni di fede. Sarei prudente nel dire che con Bonifacio VIII finisce quell\'era...per me quella cosa verrà ridimensionata solo un paio di secoli dopo, con Lutero da parte tedesca, Calvino da parte francese e con la riforma anglicana in Inghilterra (ma più tardi), ma continuerà almeno fino al 1870, con la presa di Porta Pia... Se poi vogliamo dare, e questo si che è un discorso da credente, una certa impostazione, diciamo che continua ancora adesso....per moltissima gente credente, il papa è un grosso punto di riferimento. Per certi aspetti, Roma è ancora capitale mondiale...è un po\' forzata sta cosa, ma sono sicuro che ha capito cosa intendo dire. Buona settimana e mi stia bene..
2013-12-08 20:41:47
@redfoxi 2\' tentativo :Ma sei sicura ? Gabriel Garko? Non conosci i suoi gusti??
2013-12-08 19:22:08
alia alias Esaù, #, Alias, Hari Seldon, sono lieto di ritrovarla. Lei mi ha sempre affascinato con le sue speculazioni, anche se non sempre ci siamo trovati in accordo. La Scienza è una, ma non si occupa solo del mondo fisico. Essa é sempre in movimento, é dinamica, non si basa sui dogmi, tutto può e deve essere rimesso in discussione di fronte a nuove scoperte, a nuove ipotesi. Anche la psiche é oggetto della scienza, anche se é complessa e ancora in gran parte inesplorata e.....misteriosa. Per me il mistero non é l\'asimmetria del calendario, ma il fatto che dallo stesso Dio discendano religioni diverse, spesso l\'un contro l\'altra armate (o in armistizio, come ho letto a proposito dell\'Islam). A suo tempo parlammo di certi numeri (0-1-3-∞) e il loro accostamento alla divinità: certamente non si trattava di Scienza, ma di astratte speculazioni tendenti a creare un immaginario ponte tra la Scienza e la Credenza (se non ricordo male). Il suo lavoro ha fatto progressi? Io spero di sì. Saluti da pinop