Nella stessa scuola del video hard,
la gravidanza choc: lei 13 anni, lui 12

PER APPROFONDIRE: castelfranco, gravidanza choc, whatsapp
Una storia simile in Inghilterra

di Maria Chiara Pellizzari

CASTELFRANCO (TREVISO) - Lei 13 anni, lui 12. Con un figlio. La vicenda che è finita su giornali, rotocalchi e talk show di tutta Italia risale agli inizi di ottobre. Ed è maturata non solo a Castelfranco, proprio come la vicenda della 13enne ripresa mentre faceva sesso, ma anche nel medesimo istituto scolastico. I due baby genitori studiano infatti nelle stesse aule e si aggirano negli stessi corridoi della ragazzina al centro del nuovo caso mediatico. Una combinazione, certo. Che però fa riflettere.



La storia d’amore fra una ragazzina di appena 13 anni e il suo compagno di 12, culminata nella gravidanza a sorpresa e nella nascita del bebè, inizialmente venne vissuta come uno choc sia dai protagonisti che dai genitori e dai dirigenti scolastici.



L’arrivo del bimbo però è stato accolto con gioia e ha cementato ancor di più l’unione della giovanissima coppia. Anche a distanza di tempo, assicurano i molti amici in comune, le cose non sono cambiate. «È stata una gioia immensa» ha spiegato la nonna del pargolo (40 anni), che da qualche mese lo accudisce mentre la figlia è a scuola. Dove nessuno dei compagni si era accorto del segreto che la 13enne portava in grembo.



Solo a fine giugno, mentre l’adoloscente era in ospedale per dare alla luce il bambino e il baby padre andava a trovarla in bicicletta, la storia ha cominciato a emergere. Fino a fare il giro della città. Al neonato, che ora ha 5 mesi, non manca nulla, anzi. Coccolato nel pomeriggio dalla mamma, quando torna da scuola, durante la mattina è accudito con amore dagli altri familiari.



Insomma, pare non mancare nulla al lieto fine. Certo, sono tutti giovanissimi. Ma a loro non sembra importare. «Una scelta controcorrente? Per noi è stata la cosa più naturale al mondo. I ragazzi si conoscono da tempo, studiano e stanno ancora insieme. Mettere al mondo un figlio implica delle responsabilità, ma resta la cosa più bella del mondo» dice la nonna materna.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 7 Dicembre 2014, 14:18






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Nella stessa scuola del video hard,
la gravidanza choc: lei 13 anni, lui 12
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 38 commenti presenti
2014-12-08 14:45:46
x fiocchi io sono orgogliosa che le mie idee non siano come le sue e il suo ultimo messaggio mi convince di questo ancora di più. Rigido e intransigente come quasi tutti i religiosi. Con lei è inutile parlare ! lei ha il paraocchi !
2014-12-08 10:54:51
Galatea Salentina Doc Che lei dica che le mie idee non le piacciono non è che mi cambi molto la vita, anzi forse è perfino motivo di orgoglio... Io ho detto le stesse sue cose, anzi che un figlio è SEMPRE una cosa buona....ha letto forse qualcosa di diverso? Le ripeto...solo una persona sprovveduta pensa che sia sufficiente l\'amore... Il solo amore non giustifica e non basta...specie a quel bambino...e non serve essere psicologi per capirlo. Se è per questo sono sempre esistiti genitori indegni, e altrettanto figli ingrati, e questo è sufficiente per lei per demolire un\'istituzione come la famiglia? Tenga presente che questi fatti, come quello che ha elencato, sono per la maggior parte derivati da unioni promiscue, da abusi di sostanze illecite o lecite come l\'alcool. Riguardo poi alla chiesa...è l\'unica che tiene fermi e imprescindibili certi valori e che rispetta il normale corso naturale dell\'uomo, ma al tempo stesso accoglie e abbraccia chi si è trovato in condizioni di difficoltà. La chiesa non avrebbe mai permesso un aborto...i suoi compagni invece sì. Per quello le dico che voi non volete regole, ma nello stesso tempo non perdonate niente a nessuno. Un\'ultima cosa...lei vede le regole come dei divieti (l\'importante è l\'amore, a me che fastidio da?, ognuno faccia come vuole) ma è un errore clamoroso....le regole servono per arrivare ad una meta... l\'esempio più banale è la strada...se corre senza regole, infischiandosi degli altri, ha grandi possibilità di non arrivare, oltre a danneggiare gli altri....
2014-12-08 10:13:54
x Fiocchi io ho anche scritto che è troppo presto per avere figli a quell\'età ma il figlio è arrivato, e un bimbo è sempre una gioia immensa. La madre avrebbe potuto decidere di non tenerlo invece ha voluto tenerlo e stando all\'articolo si sta prendendo cura del pargoletto aiutata anche dalla sua famiglia. A me non sembra che manchi l\'amore e la giovane madre si prende cura del piccolo e continua ad andare a scuola. Ha letto in un\'altra sezione del gazzettino di quella madre in america che ha lasciato morire di fame la figlioletta disabile ? dalla foto la madre ha circa una trentina d\'anni, è più grande di questa madre tredicenne, più matura e adulta ma come si è comportata come madre oltre che come essere umano ? il fatto che due persone diventino genitori in giovanissima età non significa che per questo non debbano diventare bravi genitori. In quanto alla chiesa, io sono atea e quindi qui mi fermo-Le sue idee non mi piacciono e non posso farci niente.
2014-12-07 21:05:00
???? 16 ANNI INCINTA e sei in televisione....forse a 13 è ancora meglio
2014-12-07 21:01:32
nascere nel segno del modernismo frutto di una decadenza etico\\morale\\religiosa che viene da lontano ingiustificata ed ingiustificabile ovvero della ricerca ( pretesa) di una libertà assoluta sotto ogni aspetto , sessuale soprattutto in nome di un modernismo che del passato tutto distrugge ma che niente ( a mio avviso ) costruisce. tutto è ridotto alla voce mi piace o non mi piace. La vita la si da per convinzione... non per gioco. plaudere a quel gioco è da irresponsabili e si diventa complici di altri giochi, giustificatamente sempre più spinti.