Cosa succede se la multa è illeggibile
per la pioggia? I vigili si scusano

PER APPROFONDIRE: illeggibile, multa, vigili
Cosa succede  se la multa è illeggibile  per la pioggia?  I vigili si scusano

di Paolo Calia

La multa lasciata sotto la pioggia TREVISO - Cosa succede se, in un giorno di pioggia battente come quello di ieri, un cittadino si ritrova la classica multa sotto il tergicristallo della propria auto ormai ridotta una poltiglia irriconoscibile al punto da non poter leggere i dati necessari per il pagamento? Il malcapitato è destinato ad attendere il recapito del verbale rinunciando, suo malgrado, alla facilitazione di poter pagare entro cinque giorni la sanzione ridotta del 30%.



Un cittadino ha quindi fotografato lo stato pietoso della multa appena presa per un parcheggio scaduto e ha scritto una mail piuttosto decisa al comando della Polizia Locale: «Mi sono ritrovato una multa in condizioni pietose, impedendomi di procedere con l'immediato pagamento. Trovo questa cosa ridicola, quando basterebbe inserire la multa in una busta di plastica evitando che venga macerata sotto l'acqua».



Consiglio recepito. E la comandante Federica Franzoso si è sentita in dovere di rispondere: «Ci scusiamo per il disguido che viene segnalato all'azienda di trasporto abilitata a tali controlli. Se cortesemente ci invia un suo recapito telefonico, la contatteremo al più presto per evitare l'invio del verbale con aggravio di spese». Tutto risolto.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 7 Novembre 2014, 13:14






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Cosa succede se la multa è illeggibile
per la pioggia? I vigili si scusano
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 13 commenti presenti
2014-11-07 18:15:51
A #gazzettino45505 Mi scusi #gazzettino45505 ma di quale chiasso sta parlando? Un cittadino qualunque che si è trovato una multa inzuppata di acqua che l\'ha resa illeggibile ha fatto una giusta segnalazione al comune e ai vigili. Ce ne fossero di più di cittadini così. Sa com\'è poi : la gente deve anche lavorare, è oberata fino al collo e ogni giorno (non so Lei) da obblighi e scadenze. Davvero pretenderebbe che un cittadino lavoratore che desidera saldare il suo pegno con l\'amministrazione per evitare di trovarsi la multa triplicata in 5 giorni (di cui magari 2 non lavorativi) e non sa l\'importo o il conto corrente postale abbia tempo e pazienza da perdere per recarsi all\'ufficio contravvenzioni della polizia locale, aperto due giorni alla settimana, per tre ore, solo al mattino, chiedendo delucidazioni ? Per non parlare poi se il malcapitato vive fuori città o addirittura fuori regione... Beato Lei che evidentemente di tempo ne ha da vendere...
2014-11-07 17:23:50
COMMENTI Invece di fare tanto chiasso, non era sufficiente recarsi al Comando di Polizia Locale e mostrare le condizioni del cartaceo? Penso che non avrebbero avuto problemi a fornire tutti i dati necessari.
2014-11-07 15:30:46
la macchina in divieto di sosta si deve lasciare solo col bel tempo così non c\'è alcun problema a leggere la multa senza ricorrere all\'informatica che non tutti sanno che cosa sia, nemmeno Manildo e i suoi scagnozzi
2014-11-07 15:02:43
Commento inviato il 2014-11-07 alle 14:13:17 da GiulioSal Spesso, troppo spesso, le pubbliche amministrazioni leggono le mail quando Saturno incrocia l\'orbita di Marte ... è chiedere troppo! Ci sono ancora persone che accendono il PC con il manuale sottomano, l\'informatizzazione è ancora molto lontana.
2014-11-07 14:55:36
Se illegibile ..... Arriverà a casa il verbale e dalla notifica si hanno 5 gg di tempo per pagare con lo sconto del 30 % .- Se residenti nel comune dove è presa la contravvenzione non ci sono altre spese, altrimenti c\'è la spesa postale di notifica.- .......