Separazione tra Venezia e Mestre
Referendum flop: ha votato il 21,73%

PER APPROFONDIRE: mestre, referendum, separazione, venezia
Separazione tra Venezia e Mestre
Referendum flop: al voto solo il 21%
Il Sì vince col 66%, uno su 3 dice no
Un flop il quinto referendum (in 40 anni) per la separazione tra Venezia Mestre: alle 23, ora di chiusura dei seggi, ha votato soltanto il 21,73%  pari a 44.887 cittadini su 206.553 aventi diritto. E' questo il risultato finale dell'affluenza.Il quorum del 50% più 1 non è stato raggiunto: alla fine il Si ha prevalso sul No con il 66,1 per cento dei voti contro il 33,9 per cento. Le schede bianche sono state 135, le nulle 166; schede contestate una.

A far pendere l'ago della bilancia per il non voto sono stati soprattutto gli abitanti della terraferma, disertando le urne: in terraferma ha votato il 16,35%. Un afflusso più massiccio, ma numericamente meno "pesante", si è avuto in centro storico (32,4%) e nelle isole (28%) della laguna.


AFFLUENZA ALLE 19 - HA VOTATO IL 18,64%
Alle 19 di oggi ha votato il 18,64% degli aventi diritto nelle 256 sezioni che ospitano i seggi per
il referendum con quorum per la separazione comunale di Mestre da Venezia. I votanti sono stati sino ad ora 38.513 su 206.553.
AFFLUENZA ALLE 12 - HA VOTATO 7,3%
Alle 12.20 di oggi ha votato il 7,23% degli aventi diritto nelle 256 sezioni che ospitano i seggi per il voto sul referendum con quorum per la separazione comunale di Mestre da Venezia. I votanti sono stati 14.909 su 206.553. La maggiore affluenza si è avuta nel centro storico lagunare dove ha votato il 10,44% degli aventi diritto (4.997 su 47.824), seguita dalle isole con l'8,45% (2.048 su 24.223). Flop, per ora, in terraferma con il 5,84% (7.864 su 134.506), l'area comunale numericamente determinante per il superamento della soglia del quorum.

GIA' PRONTI I RICORSI
Se il referendum per la separazione amministrativa di Venezia da Mestre non passerà sono già pronti i ricorsi contro la soglia del 50% stabilità per la consultazione. Lo fanno sapere i movimenti favorevoli alla separazione, sottolineando che il quorum è illegittimo perchè non sarebbe previsto dalla Costituzione e dalla legge regionale. Critiche vengono poi mosse alle convocazioni che sarebbero state effettuate in ritardo o mai avvenute per i veneziani iscritti all'Aire, l'anagrafe italiana dei residenti all'estero. Segnalazioni di disguidi su questo fronte, viene detto, sarebbero giunte al movimento per il sì da concittadini che si trovano, in particolare, a Parigi e Gerusalemme.

LA CONSULTAZIONE. Mestre e Venezia devono separarsi? Domenica 1 dicembre i cittadini sono stati chiamati alle urne per dire se volevano o meno la divisione del Comune, con la ricostituzione del Comune di Mestre, quasi un secolo dopo quel 1926 quando fu soppresso da una legge fascista. Si è votato dalle ore 7 alle 23. Il vero punto cardine era il raggiungimento o meno del quorum.
Per votare era come sempre necessario presentarsi con un documento d'identità e con la tessera elettorale sulla quale è indicata la sezione di appartenenza. Chi avesse smarrito la tessera o esaurito gli spazi per l'apposizione del timbro, doveva procurarsi un duplicato e lo poteva fare direttamente nelle sedi comunali deputate.
 
 

L'ANALISI Venezia e Mestre, quinta volta al bivio per la separazione


 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 1 Dicembre 2019, 10:02






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Separazione tra Venezia e Mestre
Referendum flop: ha votato il 21,73%
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 126 commenti presenti
2019-12-03 17:43:41
Col prossimo referendum femo 6-0: Capoto. Dopo ghea moe' da romper i cocomeri co a seprassion ?
2019-12-03 14:44:56
Chi firma per i referendum inutili, pensano che tanto non costa nulla e pagano gli altri
2019-12-03 11:53:09
almeno e' servito a scoprire le carte di chi decanta l'autonomia, ma poi alla conta dei fatti, si defila, per mantenere le careghe incollate alle chiappe! Lega, PD e Lista Brugnaro inclusi!
2019-12-03 17:36:27
Giusto: Per punire quelli attaccati alla carega, bisogna creare un'altra giunta comunale piena de careghe: Non fa una piega. Premio P&V (pan-e-volpe) in arrivo sul binario 1...
2019-12-02 21:02:34
50 mila firme? 5€ l’una fanno 250 mila, una buona quota per coprire almeno in parte 1/4 circa, dei costi necessari al referendum... quando aprire gli occhi?