Acqua alta fino a 110 cm in centro storico: durata anomala a causa dei venti

PER APPROFONDIRE: acqua alta, livello, marea, san marco, venezia
Acqua alta fino a 110 cm in centro  storico: durata anomala per il vento
Venezia - La marea stamane a Venezia ha raggiunto un livello massimo di 110 centimetri, rilevato alla stazione di Punta della Salute, e di 106 centimetri a Chioggia. rende noto il Centro Previsioni e Segnalazioni Maree della Protezione Civile. Il valore di marea è stata causata dal passaggio di un rapido fronte di perturbazione che ha innescato vento di scirocco nel nord Adriatico associato a bora nella Laguna di Grado e Venezia. La marea ha prolungato la propria permanenza oltre gli orari astronomici proprio  per il non previsto e temporaneo orientarsi della provenienza dei venti dai quadranti sud-orientali.

ACQUA ALTA A SAN MARCO 


Per sabato mattina attorno alle ore 9 è prevista una massima di 105 centimetri.

MALTEMPO -  Da stamani piove un po' su tutto il Nordest a tratti in modo torrenziale e continuerà almeno fino alla tarda serata. Il maltempo  porterà  in certe zone, come la fascia Pedemontana, oltre 50 millimetri di pioggia in 24 ore, l’equivalente di quasi un mese di precipitazioni. A causare questa situazione, la perturbazione atlantica, caratterizzata da un minimo depressionario sul golfo di Genova tipicamente tardo-autunnale. E che sta portando in queste ore alle prime nevicate di rilievo sui rilievi oltre i 1.300 metri (localmente anche a quote più basse sulle Dolomiti: stamattina la neve è arrivata in centro a Cortina).

In conseguenza delle precipitazioni diffuse e persistenti in varie zone del Veneto, anche a carattere di rovescio o temporale, il Centro funzionale decentrato della Protezione Civile ha emesso un avviso di criticità idrogeologica e idraulica, decretando lo stato di preallarme e di attenzione da oggi pomeriggio alle  8 di domani mattina, sabato 9 novembre, nei seguenti bacini idrografici: 
stato di preallarme Vene-A (Alto Piave, provincia di Belluno); Vene-H (Piave Pedemontano, province di BL e TV) e Vene-B (Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, province di VI, BL, TV, VR).

Invece stato di attenzione (da riconfigurare, a livello locale, in fase di preallarme, a seconda dell’intensità dei fenomeni):
Vene-E (Basso Brenta - Bacchiglione, province di PD, VI, VR, VE, TV);
Vene-F (Basso Piave, Sile e Bacino scolante in laguna, province di VE, TV, PD);
Vene-G (Livenza, Lemene e Tagliamento
, province di VE e TV).

GUARDA IL VIDEO DELLE NEVICATE cliccando QUI 

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 8 Novembre 2019, 11:01






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Acqua alta fino a 110 cm in centro storico: durata anomala a causa dei venti
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2019-11-08 17:14:14
Ma l'addetto ad alzare le paratoie del Mose dov'era? In osteria? Ah no ...a godersi le meritate mazzette.....
2019-11-08 15:48:11
Andate sul tamigi e imparate copiando a come si costruisce una diga... se ne siete capaci...
2019-11-08 17:02:02
All'epoca della selezione del progetto gli Olandesi avevano proposto una soluzione molto semplice e funzionale, simile alle soluzioni adottate sul tamigi, ma il progetto non è stato scelto, il costo degli interventi era ridotto ed i costi di manutenzione bassissimi, l'opposto di quanto si richiede negli appalti italiani.
2019-11-08 14:19:55
Mose? Tutto da rifare
2019-11-08 14:07:54
Tutto falso, non c'è l'acqua alta. Galan non ha fatto il Mose?