Allerta meteo Veneto e Friuli, piogge forti e anche neve a quote basse

Giovedì 7 Novembre 2019
3

VENEZIA - Allerta meteo di secondo grado (arancione) in Veneto, e di primo grado (giallo) in Friuli Venezia Giulia. La Protezione civile del Veneto e quella del Friuli Venezia Giulia ha nno diramato gli allerta meteo dalle 6 di venerdì mattina alle 6 di sabato mattina, per criticità idrogeologica a causa delle piogge intense.

ALLERTA VENETO
La Protezione Civile del Veneto ha emesso un avviso di criticità idrogeologica e idraulica per tutta la giornata di  venerdì 8 novembre. Le previsioni indicano tempo perturbato, precipitazioni diffuse a tratti forti, più persistenti e con quantitativi abbondanti su zone montane e pedemontane, localmente anche molto abbondanti tra Prealpi centro-orientali e Dolomiti meridionali, in pianura in genere contenuti e solo localmente abbondanti sui settori nord-orientali. Il limite neve è generalmente intorno a 1000/1300 metri sulle Dolomiti e a 1300/1600 m sulle Prealpi. È stato così decretato dalle ore 8:00 di domani lo stato di pre-allarme (arancione) nelle zone Alto Piave, Piave Pedemontano e Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone. Si segnala la possibilità d'innesco di fenomeni franosi superficiali sui versanti e la possibilità di innesco di colate rapide.

ALLERTA FRIULI
Venerdì 8 novembre, e anche la notte tra venerdì e sabato 9, la Protezione Civile del Friuli Venezia Giulia prevede piogge intense e temporali anche  in pianura, mentre sui monti le precipitazioni saranno molto intense e a carattere temporalesco, specie sulle Prealpi, con quota neve mediamente sui 1800 metri circa. Sulle Alpi prevista neve a quota 1500 metri con oscillazioni anche significative. Verso il confine friulano col Cadore la quota neve sarà in genere più bassa e potrà scendere fino a 1200 metri circa. In quota soffieranno venti sostenuti da Sud. Sulla costa soffierà Scirocco da sostenuto fino a forte e in serata girerà a Libeccio sostenuto. Possibili mareggiate sulle coste esposte. Le piogge sulla costa saranno meno intense rispetto alla pianura, ma saranno possibili dei temporali, specie sulla fascia lagunare. Miglioramento con qualche rovescio temporalesco residuo per la giornata di sabato. 

ATTENZIONE NEVE A QUOTE BASSE E RISCHIO VALANGHE
Per venerdì 8 novembre è previsto un evento nevoso che a 1500 m porterà cumuli di 30/50 cm di neve fresca mentre a 2000 m 35/70 cm. In montagna il pericolo di valanghe sarà in rapido aumento fino a divenire marcato (grado 3) e dalla tarda mattinata si potranno verificare, specie lungo i percorsi abituali, distacchi spontanei di valanghe di neve fresca di dimensioni da medie a grandi che potranno interessare le vie di comunicazione in quota e le aree sciistiche più esposte. Fra i 1300 ed i 2200 m la neve poggierà su terreno bagnato pertanto, lungo i pendii ripidi in tutte le esposizioni, specie se caratterizzati da fondo erboso, saranno favoriti i distacchi da slittamento. L’allerta valanghe sarà GIALLO su tutto il territorio a partire dalle ore 08.00 di venerdì 8 novembre.

Ultimo aggiornamento: 18:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci