Mercoledì 6 Novembre 2019, 18:31

Bimbo allergico, in mensa a scuola
costretto a mangiare in un angolo

PER APPROFONDIRE: allergico, bimbo, mensa, pordenone, scuola
Bimbo allergico costretto a mangiare da solo in mensa

di Susanna Salvador

PORDENONE - Ha solo sei anni ma è già costretto a confrontarsi con una realtà, quella scolastica, che invece di insegnare l’educazione alimentare, lo ha isolato perché è allergico alle proteine del latte e delle uova. A raccontare la storia del bambino è la mamma, che sta facendo tutto quanto è umanamente possibile affinché suo figlio possa pranzare assieme ai suoi compagni, e non da solo, in un tavolino lontano da tutti, come fosse contagioso. 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Bimbo allergico, in mensa a scuola
costretto a mangiare in un angolo
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 19 commenti presenti
2019-11-07 12:03:33
Conoscevo un bambino che aveva crisi allergiche se solo veniva toccato con le dita sporche di formaggio. Se l'allergia di questo bambino è così grave e lo mettono in tavolo con altri bambini poi la mamma avrà pure il coraggio di denunciare la scuola per aver scatenato la crisi allergica?
2019-11-07 14:28:29
Ci sono certe forme di allergia alimentare effettivamente MICIDIALI. Conosco una ragazza che ha aperto - lei celiaca - un ristorante per celiaci! All'inaugurazione mi mostrò gli arredi, la cucina e TUTTO ERA NUOVISSIMO. Le dissi che - cercando - avrebbe potuto trovare delle offerte di ottimi usati. Nemmeno per sogno: Ogni cosa non doveva essere stata contaminata dal glutine in assolutamente nessun caso. ....
2019-11-07 10:53:07
Basta mettere il tavolino a fianco degli altri, mica lo faranno mangiare nelle segrete della scuola no ? Inoltre se soffre di intolleranze alimentari dovra'imparare a conviverci per tutta la vita: prima inizia meglio e' per lui
2019-11-07 14:24:07
Sono assolutamente d'accordo. Il mondo è impazzito. Il ragazzino dovrebbe essere EDUCATO ED ISTRUITO a comprendere che il tutto è solo ed esclusivamente a sua tutela, per l'oggi e l'avvenire. E senza piagnistei. E che non si tratta in alcun caso do una forma di discriminazione. Ma - ripeto - il mondo è impazzito.
2019-11-07 15:27:18
Facile essere politicamente corretti!! E se il bimbo, come puo' facilmente capitare, assaggia, magari per errore, il cibo del compagno ed ha una crisi? Tutti contro maestra, bidella, preside, scuola..... E subito un giudice comprensivo, pronto a condannare....