Balotelli: «Punire solo quei 10 c... non tutta la Curva. Ho reagito anche perché mia figlia Pia era davanti alla tv»

PER APPROFONDIRE: cori, mario balotelli, razzisti, verona
Balotelli: «Punire solo quei 10 c... non tutta la curva, ho reagito anche perché mia figlia era davanti alla tv»
«So che non bisogna dare attenzione a queste persone, ma non si può neppure ignorarli. Se non reagisco non succede nulla. Se mi dici "scemo" lascio stare, ma se mi dici "negro" no. Non è un errore. Se io non reagisco non succede nulla. Negro non è un errore, è cosa grave» è l'ultimo commento dell'attaccante del Brescia Mario Balotelli sul "caso Verona" in un'intervista alle Iene.

«Domenica al Bentegodi ho fermato il gioco perché... "adesso basta" mi sono rotto le palle. E ora io dico: punisci quelli e basta, ma non la Curva, la Curva è il bello del calcio», continua SuperMario. E  poi racconta un particolare:  anche sua figlia Pia insieme a mamma Raffaella  stava guardando Verona-Brescia in tv: «Fa il triplo più male. Anche a lei è già successo, ma non puoi insultare un bambino. L'educazione e il rispetto arrivano da noi adulti».

Durante il servizio delle Iene, è stato  interpellato anche il sindaco di Verona Federico Sboarina che ha negato si trattasse di cori razzisti. "Le Iene" hanno anche cercato di organizzare un riavvicinamento tra il primo cittadino e il giocatore (che in estate pare avesse rifiutato la destinazione di Verona, ndr), ma il Sindaco - secondo quanto si vede nel video - è parso restio al gesto.

REAZIONI  - «Abbassiamo i toni, tutti, e naturalmente partiamo dal presupposto che rispettare le regole del gioco significa dire che noi siamo nati per una Costituzione antifascista e contro ogni forma di discriminazione e di razzismo. In questo senso bravissimo l'arbitro Gianluca Rocchi che blocca Roma-Napoli, bravissimo il Verona che butta fuori dal Bentegodi l'ultrà che ha attaccato Balotelli, dopodiché chi va in Nazionale lo decide il ct Mancini, non il senatore dell'opposizione o della maggioranza (in questo d'accordo con Matteo Salvini, ndr)...» ha detto Matteo Renzi oggi a Rtl102.5. «Bene che Balotelli - aggiunge - sia difeso dagli insulti razzisti, ma ripartiamo dai fondamentali e dal fatto che siamo tutti italiani e abbiamo l'orgoglio e l'onore di fare parte di una grande comunità».

SALVINI «Il presidente della Federcalcio faccia il suo lavoro. Lasci che l'allenatore faccia il suo. Secondo me in Italia ci sono tanti giocatori migliori di Mario Balotelli, non spetta al presidente della Figc decidere chi gioca e chi no. Posso dire che per me Balotelli non è un modello». Così il leader della Lega, a Matteo Salvini, a Ostia, commenta la proposta del presidente della FIGC di convocare Balotelli in nazionale dopo il caso Verona.
E poi sull'ultra' daspato«Castellini? Non andava allo stadio da anni, siamo in un Paese curioso, viene un tizio che dice cose deliranti che già non poteva andare allo stadio. Comunque il razzismo - conclude  - è sempre da condannare». 


POLEMICHE - «Ho l'impressione che siamo di fronte a una montatura» dice il consigliere comunale di Verona Andrea Bacciga, al Morning Show di Radio Cafè, il programma radio che lunedì ha sollevato il "caso Balotelli" nell'intyervista all'ultra dell'Hellas Luca Castellini, poi «daspato» fino al 2030 dalla stessa società scaligera.  «Il video dei cori è fermo, ci sono due persone che fanno buuu e una che insulta Balotelli. Ed a quel punto Balotelli calcia il pallone in curva - osserva -. Credo che si possa parlare di montatura». Bacciga è stato intervistato in quanto primo firmatario di una mozione per difendere la città di Verona dalle accuse di razzismo. La mozione è firmata da altri 3 consiglieri della Lega: Alberto Zelger, Paolo Rossi e Anna Grassi.  «Tutto avviene in una parte abbastanza alta dello stadio - spiega - io non capisco come mai una persona si metta a riprendere Balotelli in una azione completamente morta. Fatalità se guardate la ripresa è molto ferma e non si vede nessuno in faccia. Io sto solo dicendo quello che è successo».

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 6 Novembre 2019, 11:35






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Balotelli: «Punire solo quei 10 c... non tutta la Curva. Ho reagito anche perché mia figlia Pia era davanti alla tv»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 16 commenti presenti
2019-11-06 18:19:49
Poteva accadere in qualsiasi stadio e invece.....
2019-11-06 14:15:01
Razzisti? Forse si, ma sono quelli che gli danno da mangiare.... fosse per me, tutti i giocatori patirebbero la fame....
2019-11-06 14:02:54
Se ogni giocatore di qualsiasi sport di squadra dovesse fermarsi per ogni volta che sente qualche offesa nei suoi confronti da parte del pubblico, di partite intere ne vedremmo ben poche.....lo stesso vale per gli arbitri!!!2 mesi che e' in Italia e gia si e' fatto notare, notare per quello che e'!!!!
2019-11-06 13:34:00
Nero ė nero, se si vergogna lui ė un suo problema.
2019-11-06 14:04:12
Tu sì che sei saggio