BLOG
Modi e Moda di Luciana Boccardi

VENEZIA e la sua luce per i rubelli di Peter Marino

 
A Venezia, nella  show room  Rubelli  è stata presentata la  capsule collection disegnata da Peter Marino per la griffe veneziana che da due secoli racconta il “the best” dei  tessuti  e dell’arredo per la casa.  Ospite d’onore, dunque, l’architetto  americano ,  conteso  e accarezzato dalla fama più consolidata , Peter Marino , intervenuto per   la presentazione della nuova collezione di tessuti  commissionata da Rubelli  al  famoso architetto, autore  di  situazioni innovative estreme, di    edifici  megagalattici   realizzati nel mondo per le firme famose, ma anche suggestioni  decorative, opere  d’arte, momenti  estetici di assoluta rarità.  Chanel, Dior, Fendi, Ermenegildo Zegna, Armani, per citare  solo alcuni nomi  noti, hanno affidato a  questo scanzonato , geniale architetto newyorkese - cittadino del mondo -  la costruzione dei  loro punti  vendita più prestigiosi  nelle grandi capitali. Nicolò Favaretto Rubelli, responsabile dei destini della Maison veneziana, dopo l’incontro newyorkese con  il famoso  designer,   ha voluto  affidare la nuova collezione  2020 a questo personaggio  a lettere maiuscole che - come diciamo a Venezia - “dove si muove  comunque fa  onda”.   E a Venezia ,  Peter Marino è particolarmente vicino in quanto presidente di  “Venetian  Heritage”.
Settant’anni  portati bene, una sicurezza che di solito è così’ evidente in persone che quella sicurezza hanno cercato tenacemente per colmare vuoti  che una personalità  artistica  della portata di  Marino  sa registrare e colmare di possibilità, di successi, di realizzazioni  artistiche sempre azzeccate.   Una curiosità tenuta volutamente accesa  da  questo “protagonista” al cubo  che cerca di colpire, stupire, con le sue opere grandiose ,  con i suoi giardini segreti e misteriosissimi (ai quali ha dedicato anche un libro) ma anche  con mascheramenti  e  mimesi da sballo, come il trucco da “portiere di notte”  temibile e pericoloso,  in  costume sadomaso e aria trucida da crimini seriali, con i quali  l’ imprevedibile  architetto ha scelto di farsi fotografare.  Ma  in persona vicina ,  invece, fuori dall’ufficialità ,  Peter  Marino è personaggio  gradevolissimo,  cordiale, pronto a rispondere alle domande dei  curiosi,  a raccontarsi come  amante di Venezia  che considera  non una città ma un pianeta che appartiene al mondo.  
Quanto a Rubelli  dobbiamo ricordare che  la griffe di casa nostra non è nuova a esperienze di  grande efficacia culturale e artistica : basterebbero le collezioni affidate di volta in volta fin dall’inizio del Novecento, a grandi  firme , da Gio  Ponti , i  cui velluti vennero esposti  alla Biennale di Venezia del 1934, ad Alfredo Carnelutti,  il cui velluto  Modern Art   venne  scelto anche dalla Maison Dior per  il corpetto di uno degli  abiti realizzati per il Tiepolo Ball  celebrato a Venezia  - con la collaborazione della Maison Dior -  da  “Venetian  Heritage”   in occasione dell’apertura  dell’ultima Biennale.  Ma gli artisti che hanno lasciato segno  in Rubelli  sono tanti da riempire pagine.
Oggi  i  damaschi, i velluti di Peter Marino raccontano il rapporto che questo architetto del  mondo ha con la nostra città: c’è un gioco  d’acqua stemperato nei  jacquard di seta lucente, nei  velluti , un blu che parla il  linguaggio del mare,  un azzurro spalmato che racconta giochi d’acqua  di laguna. C’è la luce di Venezia impagabile e unica a illuminare il verde  dei  canali  che il sole sa rendere  un colore irripetibile , unico.  Peter Marino  ha  catturato questi  toni, immortalando  momenti magici sui tessuti   Rubelli della nuova collezione. Soprattutto ha voluto che su tutto si sovrapponesse  la linea curva delle onde,  che disegna alte o  minute,  nell’atto di frangersi o , o quiete, distese  dopo  la risacca.  Il  mare di Peter  Marino  raccontato  per  Rubelli  è destinato a vestire nel 2020  case, barche, uffici, spazi  pubblici o dimore segrete  , ma  anche  - certamente  - la moda, suggerendo a qualche stilista  nuove proposte -design destinate  a fare del mare di Venezia  un  protagonista  eccellente per la prossima stagione.
 
 
 

Sabato 26 Ottobre 2019, 18:47
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
POST
pubblicato ilSabato 9 Novembre 2019, 02:18
pubblicato ilDomenica 20 Ottobre 2019, 11:13
pubblicato ilVenerdì 18 Ottobre 2019, 20:14
pubblicato ilVenerdì 11 Ottobre 2019, 11:47
pubblicato ilVenerdì 4 Ottobre 2019, 15:21
pubblicato ilGiovedì 26 Settembre 2019, 22:05
pubblicato ilSabato 21 Settembre 2019, 04:21
pubblicato ilVenerdì 13 Settembre 2019, 19:19
SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU TWITTER