Zaia: erogati tutti i fondi 2019. E avverte: «Conte non tagli quelli 2020»

Giovedì 24 Ottobre 2019
La Val Fiorentina dopo il passaggio dell'uragano
7

VENEZIA - Primo bilancio oggi 24 ottobre  a Mestre ad un anno dall'uragano Vaia che ha cancellato molti boschi del Bellunese e dell'Altopiano di Asiago, in Veneto. Il Commissario straordinario per la ricostruzione delle aree colpite dall'uragano a fine ottobre 2018, Luca Zaia, ha ricordato l'entità dei danni: «abbiamo avuto 100 mila ettari interessati di cui 28 mila rasi al suolo». «Al 30 settembre 2019, abbiamo aperto 1746 cantieri, investendo 377 milioni di euro - ha elencato -. Tutti i soldi che avevamo a disposizione per l'annualità 2019 sono stati spesi». Ai privati e alle aziende che hanno subito danni, ha concluso, «è stata liquidata una cifra pari a 88 milioni di euro».

FONDI 2020, ZAIA AVVERTE IL PREMIER
«Le manovre bisogna sempre che le facciano quelli che sanno farle, altrimenti si striscia la macchina e se si striscia la macchina poi qualcuno ti sgrida. Staremo a vedere». Lo ha dichiarato il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, commentando le voci secondo le quali nella Manovra finanziaria potrebbe esserci un taglio dei  risarcimenti danni al Veneto per l'uragano Vaia. «Noi abbiamo un impegno da parte del Governo Conte 1, a meno che Conte non smentisca Conte; si parla di una miliardata di euro - ha sottolineato -. Se vogliono dire ai veneti che non danno più soldi, ne prendiamo atto ma noi poi sappiamo come rispondere».

 

Ultimo aggiornamento: 15:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA