Milano, carabiniere provocò incidente mortale: revocata a vita la patente. L'avvocato: «Sentenza storica»

Carabiniere provocò incidente mortale: revocata a vita la patente. L'avvocato: «Sentenza storica»
Patteggiamento ad un anno e 6 mesi, ma revoca della patente a vita. Così si è chiuso il procedimento che vedeva accusato di omicidio stradale un maresciallo dei carabinieri che, alla guida di una «autovettura di servizio» di proprietà del «Ministero dell'Interno, Dipartimento pubblica sicurezza», causò un incidente nel quale, lo scorso 18 dicembre del 2017, morì Nicolò Luckenbach, videomaker e fotografo milanese di 32 anni che era in sella alla sua moto. A deciderlo è il gup di Milano Livio Cristofano.

LEGGI ANCHE Roma, auto si schianta contro lo spartitraffico: muore 23enne

«L'ergastolo della patente è una sentenza storica», ha commentato Domenico Musicco, presidente dell'Avisl (Associazione vittime incidenti stradali), avvocato dei familiari del giovane, «commosso» alla lettura del dispositivo. Stando alle indagini del pm Mauro Clerici, l'indagato, 55 anni, alla guida di una «autovettura di servizio» del Ministero dell'Interno, percorrendo viale Tibaldi, a Milano, effettuò una «svolta a sinistra», quando in quel tratto c'era l'obbligo di proseguire diritto. Quella manovra obbligò il giovane, che in moto viaggiava in senso opposto, a frenare così bruscamente da perdere il controllo della moto e cadere a terra. Morì in ospedale per le lesioni riportate.

LEGGI ANCHE Sbaglia strada e trova un ostacolo inaspettato: l'incidente è impressionante
LEGGI ANCHE Ostia, incidente mortale sul lungomare Toscanelli: donna finisce con la moto sotto un pullman
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 9 Ottobre 2019, 12:15






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Milano, carabiniere provocò incidente mortale: revocata a vita la patente. L'avvocato: «Sentenza storica»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 13 commenti presenti
2019-10-09 13:49:12
Dall'introduzione del delitto stradale quanti sono stati i sinistri con morti?Tanti, e quante le patenti ritirate a vita? Nessuna, che si sia sentito dire,tutti li ha battere il chiodo contro le forze dell'ordine e mezzi di soccorso.Dovrebbero prendersela comoda rispettando tutti i limiti e divieti,cosí se poi ci scappa il morto saranno incriminati per omissione di soccorso,girela come vuoi i perdenti saranno sempre loro.
2019-10-09 13:32:21
Se era un auto di servizio,dovrebbe per regola essere equipaggiata di sirena e lampeggianti blu,ora in caso di emergenza il divieto di svolta puo essere ignorato con le dovute cautele,questa sentenza frá discutere oppure togliamo le patenti alle forze di soccorso che passano anche con il rosso
2019-10-09 16:16:57
In Italia nessuna pena è perpetua. Il perdonismo a prescindere che impregna la nostra società farà, presto o tardi, strame di questa sentenza.
2019-10-09 14:32:18
Pena perpetua ? Non so se sia la misura giusta
2019-10-09 15:43:03
vede il fatto è che l'incidente mortale(con la moto) se era in una macchina finiva col carrozziere,con una constatazione amichevole.