Cercansi cuochi, baristi e pasticceri: «Chi esce dalle scuole crede di essere già un esperto perché vede i programmi in tv»

PER APPROFONDIRE: baristi, cuochi, pasticceri, ristorazione, vicenza
Cercasi cuochi, baristi e pasticceri nel Vicentino

di Roberto Cervellin

VICENZA - Cuochi, camerieri, pasticceri, pizzaioli. Nel Vicentino ne mancano quasi 900.

Cercasi disperatamente personale per la ristorazione. E' l'appello di Confcommercio che, sulla base dei dati dell'ultimo rapporto del Progetto Excelsior Unioncamere, ha confermato che la provincia è carente di lavoratori del settore turismo. Un problema che si protrae da tempo senza soluzione.

Alle scuole alberghiere gli iscritti sono paradossalmente numerosi. Ma alcuni lasciano gli studi prima di concluderli, altri arrivano al diploma senza le competenze richieste. Da un lato dunque il numero di candidati è insufficiente, dall'altro quelli disponibili hanno una preparazione inadeguata. Il livello della ristorazione è cresciuto e di conseguenza sono aumentate le esigenze di bar e ristoranti, spiegano alla Confcommercio di via Faccio.

Risultato: il territorio è a caccia di addetti alla cucina, camerieri, pasticcieri, pizzaioli e baristi, oggi conosciuti come bartender. Ne servono esattamente 880. Un esercito.

Gianluca Baratto, presidente berico della Federazione pubblici esercizi è chiaro: «Non farei una distinzione tra cucina e sala. Manca soprattutto la qualifica. Le competenze si acquisiscono lavorando, è vero, ma chi esce dagli istituti pensa di essere già un esperto perché vede i programmi in tv. Cerchiamo in particolare giovani tra i 18 e i 24 anni».

«Non passa giorno che qualche operatore non ci segnali il problema - aggiunge il direttore di Confcommercio Ernesto Boschiero - Siamo intervenuti con il nostro centro di formazione di Creazzo, proponendo corsi a qualifica regionale con 300 ore di aula e laboratori e 300 di stage in azienda». Informazioni su www.universitadelgustovicenza.it.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 13 Agosto 2019, 11:27






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Cercansi cuochi, baristi e pasticceri: «Chi esce dalle scuole crede di essere già un esperto perché vede i programmi in tv»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2019-08-13 20:02:50
Boh. Mi chiedo QUALE SIA la professione che esci da una scuola e sei gia' qualificato ed esperto. Per fare il medico del SSN ormai servono MINIMO 6 anni di corso di laurea e 4-5 di specializzazione e NESSUNO si sentirebbe tranquillissimo alle prese con un "dottorino" (termine orrendo ma che rende il concetto). Ma vale per QUALUNQUE attivita' dal meccanico al magistrato. E' forse la "scusa" per pagare poco o niente i piu' giovani con la scusa dello "stage" (...) o dell'apprendistato ? Puo' essere anche "giusto" entro certi limiti, ma poi NON ci lamentiamo se non si trovano "giovani collaboratori"
2019-08-13 13:28:57
Come i politicanti...pensano di sapere tutto.
2019-08-13 21:50:15
ma guarda caso cercano giovani tra i 18 e i 24 per formarli(cioè sottopagarli e sfruttarli)
2019-08-13 16:54:18
bartender...oh yeah o wow...american boys...