Martedì 13 Agosto 2019, 10:00

Il sogno proibito di Melita Toniolo ed Eleonora Pedron? Fare cabaret in dialetto veneto

Eleonora Pedron e Melita Toniolo

di Elena Filini

«Siamo due comiche nate. Dateci campo e col dialetto veneto vi faremo ridere a crepapelle». Parola di sex symbol. Guardandole, la prima caratteristica che salta all'occhio non è esattamente la simpatia. Eppure Melita Toniolo ed Eleonora Pedron si definiscono, con una certa autoironia due milf perfette per i ruoli da commedia. Amiche da sempre le due showgirl hanno deciso di ripartire dal varietà. E, in un servizio da urlo sull'isola di Skiatos, dismessi i panni di mamme, hanno scelto di far impazzire i fan. Uno shooting fotografico rovente con cui le due bellezze intendono far riaccendere la miccia e l'interesse dei palinsesti. Mica belle e basta. Belle e matte, ironiche e autoironiche. Ormoni e cabaret, insomma. Miss Italia nel 2002 ed ex signora Biaggi l'una, Diavolita super sexy ed oggi cabarettista con il compagno Andrea Viganò la seconda, entrambe mamme, quasi coetanee e accomunate da una carriera nel mondo della moda e dello spettacolo molto simile le due showgirls venete hanno optato per una reunion nel segno del comico. In realtà gli scatti hot stanno facendo impazzire i followers. «Tu manchi bomba!», ha
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il sogno proibito di Melita Toniolo ed Eleonora Pedron? Fare cabaret in dialetto veneto
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 13 commenti presenti
2019-08-13 20:17:58
il fantasioso euganeo che vuole cambiare la storia del VENETO-bi millenario proponendo un nome di una piccola tribu' ligure trasferitasci nel VENETO e poi sparita nel nulla [assorbita dai veneti] poi per far credere di avere consensi si fa' clic a ripetizione sul suo 'mi piace'
2019-08-13 16:58:13
Non esistono "sexy coppie venete" e neppure "dialetti veneti", infatti "veneto/i" non sono persone, cose, storie, popoli antichi, luoghi… No! nella di tutto questo, "veneto" è solo e soltanto il nomignolo imposto arbitrariamente, nel 1970, dalle segreterie romane della Dc e del Pci, a una delle 20 inutili e scandalose regioni che istituirono, per potersele poi spartire a loro proprio comodo
2019-08-13 13:00:33
quello con cui hanno fatto carriera: mi la go data!!! e li altri l'han ciapada
2019-08-13 16:46:36
sarà il pubblico a decidere...se fanno ridere o piangere.
2019-08-17 09:51:53
Gentile manuel954 2019-08-14 08:24:53, la nozione di “popolo” non si addice in nessun caso con gli abitanti preromani dell’antichità del VI, V, IV secolo prima dell’era comune nell’area in cui ci troviamo. I palafitticoli, ecc. di quest’epoca non avevano i concetti moderni o contemporanei di “popolo”, “storia”, “regione”, “tribù”, “televisore”, “computer”, “famiglia”, ecc. Tanto meno conoscevano l’idea veneziana di “veneto”, proprio no! È inutile che lei dica “sembra che…”, “ci sono i reperti”, ecc. lei è del tutto fuoristrada. I “reperti” delle necropoli, in cui a lei sembra di vedere un “fantomatico popolo veneto”, al meglio di quanto possano restituire, sono alcuni testi frantumati di parole vicinissime al latino, scritti con alfabeto etrusco… Nessun archeologo serio e scientifico, si sognerebbe neanche lontanamente di parlare di “popolo veneto o venetico”, farebbe una orrenda figura e dovrebbe correre al più presto al primo ufficio di collocamento, a cambiare mestiere…