Lunedì 12 Agosto 2019, 08:58

Sindaco aggredito: «Due nomadi mi tenevano, l'altro mi colpiva ed erano pronti a sparare»

Gianni Precoma, il sindaco di Caerano San Marco aggredito dai nomadi

di Federico Fioretti

CAERANO SAN MARCO (TREVISO) - «Ho vissuto momenti di puro terrore: due nomadi mi tenevano mentre un altro mi colpiva ripetutamente, a un certo punto ho avuto paura di morire visto che l'aggressore si è diretto verso il proprio camper per prendere un fucile. Sono riuscito a scappare in tempo altrimenti non so cosa sarebbe potuto succedermi». Gianni Precoma, sindaco di Caerano, è ancora sotto choc dopo che sabato sera aveva invitato un gruppo di Rom, accampati in via dell'Artigianato a Caerano San Marco, in provincia di Treviso, a sgomberare l'area, ridotta a una discarica a cielo aperto con rifiuti sparsi ovunque.

SONO SCAPPATI Caccia ai rom in fuga: «È gente pericolosa»
IL COMMENTO SOCIAL Sindaco aggredito. Matteo Salvini: «Presto in città per aiutarlo con gli zingari fuorilegge»
I DETTAGLI Erano in tre in un camper, in un'area non autorizzata, lui è andato da solo
IL FATTO Sindaco-sceriffo caccia i nomadi: «Assalito e massacrato di botte»

Lo stesso gruppo era già stato allontanato dal primo cittadino venerdì pomeriggio dalla vicina via Lepanto ma, in quell'occasione, era sloggiato senza opporre resistenza. In realtà i nomadi, con il loro camper e una Fiat Punto bianca, si erano spostati di pochi metri, in via dell'Artigianato, dove sabato il sindaco Precoma ha rischiato seriamente la vita per far rispettare l'ordine e il decoro urbano. 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Sindaco aggredito: «Due nomadi mi tenevano, l'altro mi colpiva ed erano pronti a sparare»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 80 commenti presenti
2019-08-12 14:31:53
Sotto ogni punto di viusta, com'e' possibile comprendere gente come Saviano, Fratoianni, don Ciotti, Gino strada che difendono a spada tratta persone che sono in Italia solo per fare i delinquenti, approfittando di leggi fatte apposta per favorire i malfattori? Com'e' possibile che l'ideologia riesca a riempire di nebbia le menti di questi personaggi? I vari Lerner, i vari Fazio, la Bonino, i De Magistris, i Leoluca Orlando che vogliono il nostro paese riempito di clandestini. Perche'? Solo in nome dell'essere umani? Penso che siamo arrivati ad una pazzia collettiva in cui ognuno la spara fregandosene dei sentimenti degli altri.
2019-08-12 17:28:06
Saviano, Fratoianni, don Ciotti, Gino strada non hanno mai legiferato. Quelli che hanno fatto le "..leggi fatte apposta per favorire i malfattori.." sono quelli che probabilmente voti tu... e finchè ci sarà gente che si nutre di propaganda, non hanno alcun interesse a cambiar le cose, anzi, se cambiassero le leggi e ripristinassero la certezza della pena, poi: quelli come te non li voterebbero piu'.
2019-08-13 11:54:52
premesso che non mi piace nessuno dei citati, detto questo, lei parla di delinquenti e non si rende conto che il primo che permette la delinquenza è priprio salvini e per salvare i delinquenti ha fatto saltare il s-governo s=lega governo 5* e pensare che non mi piace neanche il 5* specialmente la figura di vice-pdc (perchè a me non piace premier fa tanto nullità inglofona)
2019-08-12 14:17:25
tanto in Italia la giustizia non funziona, i ROM continueranno a stare la
2019-08-12 13:41:05
Sindaco, non lasciarti spaventare, non demordere, non lasciargliela vinta, questa è gente selvaggia. Le invasioni barbariche, tanto evocate da bepe