Giovedì 11 Luglio 2019, 12:43

«Dormo per terra»: posta su Facebook la foto e l'ospedale lo denuncia

Castelfranco.«Dormo per terra»: posta su Facebook la foto e l'ospedale lo denuncia

di Denis Barea

CASTELFRANCO - La Procura aveva chiesto l'archiviazione ma il gip Angelo Mascolo, accogliendo l'opposizione dell'azienda sanitaria Usl 2, ha invece deciso per l'imputazione coatta. Quindi il processo per diffamazione a Siro Zilio, 57enne musicista di San Zenone, si farà. L'uomo all'inizio di agosto dell'anno scorso aveva pubblicato sulla propria pagina Facebook una foto che lo ritraeva all'interno del reparto di Ematologia dell'ospedale San Giacomo mentre dormiva per terra, in mutande, su un sacco a pelo steso accanto al letto della madre 94enne a cui stava facendo assistenza notturna.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Dormo per terra»: posta su Facebook la foto e l'ospedale lo denuncia
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2019-07-11 19:37:39
Triste storia. I reparti ospedalieri hanno sempre meno personale. Se "va bene" due infermieri per turno devono seguire 20 pazienti. Ma se questi sono bambini o anziani NON autosufficienti, qualunque aiuto e' benvenuto. Nel caso dei bimbi e' prevista per legge la presenza fissa accanto al letto del bimbo di un genitore o altro adulto di fiducia della famiglia. Ma proprio per questo e' previsto che ci sia (o dovrebbe esserci) una poltrona adattabile a letto per la notte. Nel caso degli adulti "va bene" se c'e' una sedia. Molti ospedali scoraggiano la presenza dei familiari "giorno e notte", ma se fa comodo la richiedono. C'e' da vedere tutta la storia. Se c'e' un congiunto (ma a volte anche "badanti" o "infermieri privati" appositamente pagati dalle famiglie) ad accudire un vecchino allettato e' un vantaggio per il reparto e il paziente. Certo, NON e' bello pubblicare foto che possono apparire denigratorie. Ma la poltrona letto per il congiunto probabilmente non c'era. E magari era anche vietato portare una sdraio o similare da case. Poi uno finisce per arrangiarsi sul pavimento ...
2019-07-12 09:02:33
le poltrone ci sono basta richiederle. ed in ogni caso in un reparto dell'ospedale non ti sdrai in mutande. anche se chiedeva scusa io non mi sarei fermato comunque. ha fatto il gradasso e musicista o non musicista deve pagare per le insolenze che ha fatto contro chi si impegna nel suo lavoro oltretutto con ottimi risultati.
2019-07-12 09:02:40
... di solito se sei gentile ed educato, gli infermieri cercano di accomodare la situazione dando delle licenze. Potrebbe essere che per poter stendersi al posto di essere seduto durante la notte abbia preferito il sacco a pelo, e dubito che lo abbia messo quando qualche infermiere poteva vedere ... na pagliacciata. Ha fatto bene l'ospedale, il nostro, Veneto, servizio sanitario è molto buono e non merita di essere screditato.
2019-07-12 17:27:25
Beh, magari voleva protestare perche' non c'era una poltrona e si e' dovuto arrangiare con il sacco a pelo. Visto il caldo, anche se il reparto fosse climatizzato, per dormire ti spogli. O dormite tutti con il pigiamino ?
2019-07-12 11:27:20
Arrangiarsi sul pavimento si ma non come si e fatto fotografare lui in mutande per poi mettere le foto su facebook, non serve stare in mutande per riposare un po